menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Labolani a tutto campo contro il Pd cittadino: "Pd, poco democratici"

"Pd= poco democratici. Stiamo assistendo da qualche anno ad una farsa scadente che ricalca un copione scritto da un pessimo regista, il cui primo attore è il Pd"

Con una nota l'assessore ai Lavori pubblici Mario Labolani attacca a tutto campo il Partito democratico. Ecco il testo integrale delcomunicato:

"Pd= poco democratici, le mie risposte punto per punto ad un opposizione inesistente". Stiamo assistendo da qualche anno ad una farsa scadente che ricalca un copione scritto da un pessimo regista, il cui primo attore è il Pd, le cui uniche azioni e proposte consistono in critiche ed insulti inutili. Fortunatamente io, anzi noi, stiamo lavorando nell'interesse vero della collettività: perseguendo il bene comune e continuando nel nostro progetto di una nuova città a misura d'uomo, che sia in grado di incrementare i servizi al cittadino e rispondere in modo sempre più aderente alle richieste dei suoi abitanti. Sino ad ora ho preferito evitare polemiche sterili, ma è giunto il momento di rispondere colpo su colpo a bugie e disinformazione in puro stile "Santoro" , che hanno il difetto- come tutte le bugie, di avere le gambe corte, anzi cortissime.

 

1- PENSILINA DI LARGO FORMENTONE: una struttura di dubbio gusto per non dire decisamente brutta, la cui utilità è ancora oggi oscura a tutti; infatti non è mai riuscita neppure a riparare quelle specie di cassoni per lo sporco "spacciati" da banchi per ambulanti. Nell'ottica del contenimento dei costi abbiamo sprecato il minimo indispensabile della Pensilina, che sarà rimontata nel Parco Pescheto, accanto alla "casetta degli Alpini". Costruzione , in ritardo di 2 .921,93759 giorni- vale a dire oltre 8 anni- dall'essere completata, con modalità( è privata) di progettazione e costruzione state impostate dalla Giunta Corsini-Capra. Sarà forse ultimata a settembre, fine estate??? mi chiedo se Del Bono si scuserà pubblicamente in merito o se preferirà tacere...

 

2-PALAZZO AVOGADRO: per anni l'amministrazione Corsini- Capra, che pare di godere di memoria molto corta, ha lasciato in uno stato di incuria ed abbandono totale lo storico palazzo. La giunta Paroli ha sin da subito inserito l'immobile nel "contratto di quartiere" preferendo poi procrastinarlo per destinare fondi ed attenzioni alle fasce più deboli della popolazione. Oggi la vera emergenza sono coloro che faticano ad arrivare a fine mese, chi si trova in cassa integrazione od in mobilità, le madri single, i padri separati senza casa, le nuove fasce di povertà, i nostri anziani, per non parlare di coloro che vivono nelle torri Tintoretto in una situazione di degrado inaccettabile, etc. Palazzo Avogadro rimane comunque nelle nostre priorità e presenteremo un progetto per la sua salvaguardia.

 

3-AULA STUDIO: è sufficiente leggere nelle cronache giornalistiche le posizioni dei partiti di maggioranza per comprendere che al più presto vi sarà la presentazione ufficiale della struttura, ritengo quindi non vi sia nulla da aggiungere in merito. Mi limito alla mera constatazione delle solite voci propagandistiche che tentano di "trasformare" faziosamente dialoghi interni alla maggioranza- che personalmente considero positivi- in spaccature inesistenti; è in atto una vera e propria opera di disinformazione finalizzata alla manipolazione della cittadinanza.

 

La politica, nel senso nobile del suo significato, è purtroppo "sbeffeggiata" a livello bresciano da alcuni personaggi dell'opposizione, ancorati ad un modus operandi appartenente agli anni 60. Sveglia!!! il modo di fare politica è cambiato, le mega infrastrutture con tanto di inaugurazione con mero scopo propagandistico, non solo non servono ai cittadini ma nei fatti risultano danneggiarli- ndr: vedi cantieri della metro-. Le persone oggi come oggi hanno il problema di sopravvivere,di riuscire a fare la spesa dopo il 15 del mese, è quindi necessario che anche la minoranza cessi di limitarsi a strillare insulti, o come uniche azioni concrete fare campagne disinformative di pessimo gusto- peraltro disconosciute anche da alcuni loro componenti- impegnandosi finalmente per il bene della città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

Coronavirus

Barista decide di non chiudere più: già 20 multe per lui e i suoi clienti

Coronavirus

Festa abusiva tra le mura di casa: 4.400 euro di multa per 11 ragazzi

Coronavirus

Coronavirus: a Brescia 186 casi e 17 morti, i nuovi contagi Comune per Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento