Gritti: "Strappate il passaporto, avrete il bonus dei clandestini"

Fa discutere la provocazione del sindaco di Castelcovati, Camilla Gritti, dal palco della festa della Lega, a fianco del segretario Matteo Salvini

Il sindaco Camilla Gritti

Dopo gli attacchi all'ex ministro Kyenge, definita "musulmana di m..." e "negretta", un altro esponente leghista bresciano torna a far parlare di sé con una provocazione che, questa volta, prende di mira i "clandestini".

Domenica sera, dal palco della festa dei "lumbard" di Castelcovati, il sindaco Camilla Gritti ha invitato i propri concittadini a strappare i passaporti e a dichiararsi clandestini: "Così riuscirete a ottenere un bonus giornaliero di 35 euro!". Al suo fiacco, ad applaudire, anche il segretario federale Matteo Salvini.

Tutto nasce dalla richiesta ad accogliere nuovi profughi (la differenza è sostanziale, ndr), arrivata dalla Prefettura in tutti i comuni della provincia. Oltre ad affermare che non esistono strutture adatte sul territorio da lei amministrato, Gritti ha puntato il dito sul fatto che, da anni, sta chiedendo soldi per i 2.000 disoccupati (su 6.700 abitanti) presenti a Castelcovati: "Niente, manco l'ombra di un centesimo", mentre per l'assistenza a ogni profugo "il governo ci dà mille euro al mese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Travolta e investita da un camion sulle strisce pedonali: donna muore sul colpo

Torna su
BresciaToday è in caricamento