Economia

Vino e arte finalmente insieme: "La riscossa del Lambrusco"

Vino e arte finalmente insieme: nasce così il progetto "Art Ciocapiàt" di Cantine Malavasi e iTown

Walter Xausa e Daniele Malavasi (Foto Cavicchi)

La riscossa del lambrusco comincia da Pozzolengo, da un'idea innovativa che coniuga l'arte moderna alle antiche tradizioni della viticoltura. Cantine Malavasi e iTown, il movimento nato a Desenzano e che ama definirsi “artistico e tecnologico”, insieme per raccontare la storia del vino Ciocapiàt, il primo lambrusco trapiantato sul Garda – i Malavasi sono originari di Sermide, nella Bassa Mantovana – e che oggi diventa opera d'arte, in edizione limitata.

Venti artisti per 60 bottiglie, ma l'obiettivo è arrivare a 100: non saranno vendute una ad una, ma trasformate in una sola e molteplice opera, da far conoscere in Italia e nel mondo, da esporre in gallerie d'arte e musei. Con il beneplacito, per ora più che informale, addirittura di Vittorio Sgarbi: raggiunto al telefono, avrebbe raccontato della sua passione, “il lambrusco è l'unico vino che bevo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vino e arte finalmente insieme: "La riscossa del Lambrusco"

BresciaToday è in caricamento