Chiuso per Coronavirus: le fabbriche bresciane che hanno sospeso la produzione

Dopo Alfa Acciai e Ferriera Valsabbia un lungo elenco che potrebbe ancora aumentare: ecco tutte le fabbriche della provincia che hanno già chiuso

Foto d'archivio

Nell’ultimo decreto governativo non c’è obbligo di chiusura per le fabbriche, più avanti (forse) si vedrà; nel frattempo comincia ad aumentare il numero delle aziende che anche in provincia di Brescia hanno deciso per la sospensione volontaria della produzione. Tutto è cominciato dall’Alfa Acciai di San Polo, la prima ad abbassare simbolicamente le serrande di altiforni e linee produttive.

A 24 ore dalla prima serrata è arrivata la chiusura (dalle 22 di mercoledì 11 marzo) anche della Ferriera Valsabbia di Odolo: “Sebbene ad oggi non risultino casi accertati di positività al nostro interno – si legge in una nota – allo stato dei fatti la diffusione del Coronavirus non rende ulteriormente procrastinabile la sospensione della produzione, quale massimo strumento di prevenzione per garantire il corretto livello di tutela della salute dei dipendenti e conseguentemente della comunità in cui vivono”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le fabbriche già chiuse in provincia

In ordine sparso se ne sono aggiunte delle altre, e altre se ne aggiungeranno in tutta la provincia: a Brescia ha già chiuso l’Iveco (e a livello nazionale tutte le fabbriche del gruppo Fca), a Gussago la Bmc, a Botticino la Perazzi, Atb Group a Roncadelle, Beretta a Gardone Valtrompia, Aida a Pavone Mella, Novarossi a Monticelli Brusati, Omfb a Provaglio d’Iseo, a Odolo la Iro (Industrie riunite odolesi). In tempi brevi dovrebbero sospendere le attività anche gli stabilimenti della Riva Acciaio in Valle Camonica e della Fondital in Valle Sabbia. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

  • Una frenata e poi lo schianto: padre di famiglia muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento