rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Economia

Freccia Rossa: “A Natale stiamo insieme!”, ma su Facebook scoppia la rivolta

Monta la protesta in città e in provincia (ma anche all'Orio Center) per le annunciate aperture straordinarie in occasione delle festività natalizie. Scioperi all'Esselunga, raccolta firme al Leone

Acque agitate nei supermercati e nei centri commerciali di città e provincia in vista delle annunciate (e a volte contestate) aperture natalizie. Si comincia dallo sciopero ormai programmato dei lavoratori dei negozi a marchio Esselunga, che comunque a Natale e a Santo Stefano rimarranno chiusi: per l'apertura straordinaria del 24 dicembre saranno braccia incrociate per la prima ora e per le ultime due ore di turno in tutti i supermercati della provincia, due in città (in Via Milano e in Via della Volta) e poi a Desenzano, Corte Franca e Sarezzo.

Sul lago di Garda fa rumore la raccolta di firme consegnata in questi giorni dai dipendenti dei circa 80 negozi del Leone di Lonato: la polemica è servita, a seguito dell'annuncio dell'apertura straordinaria del centro commerciale anche per il 26 dicembre, appunto il giorno di Santo Stefano.

Non si escludono reazioni simili anche in altre catene della provincia. In città invece monta la polemica sul Freccia Rossa, che sarà aperto sia il giorno di Natale che il giorno successivo. L'annuncio è stato dato su Facebook: "A Natale stiamo insieme! Il 25 dicembre a partire dalle 12 potrete assaggiare tutte le golosità dell'area food. Il 26 dicembre tutti i negozi saranno aperti dalle 10 alle 21", si legge sulla pagina del centro commerciale. Un post che ha scatenato decine e decine di commenti indignati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freccia Rossa: “A Natale stiamo insieme!”, ma su Facebook scoppia la rivolta

BresciaToday è in caricamento