La moto, il lavoro, gli amici: Soprazzocco ricorda il giovane Simone

Il cordoglio di un'intera comunità, solidale nel dolore della famiglia di Simone Broli, il 22enne di Soprazzocco di Gavardo morto in un tragico incidente in moto, nel giorno di Pasquetta

Forse non è ancora il tempo di capire. Capire cosa sia stato a fargli perdere il controllo della sua fedele moto da cross, sui sentieri che in Selva Piana – a Villanuova sul Clisi – portano dalla Madonna della Neve a Prandaglio. Il luogo del tragico incidente che è costato la vita al 22enne Simone Broli, di Soprazzocco di Gavardo. Un volo fatale, giù da un dirupo anche per centinaia di metri. Quando i soccorsi sono arrivati, non c’era davvero più niente da fare.

La moto era la sua grande passione, non era la prima volta che a Pasqua o Pasquetta si dilettava in sella alla sua due ruote, lungo quei sentieri che conosceva bene. Ma che in quel maledetto lunedì lo hanno purtroppo tradito. Abitava ancora con i suoi, papà mamma e la sorella più piccola, Sara. In quella casa di Via Gazzolo proprio all’inizio della popolosa frazione di Gavardo.

Aveva finito di studiare, diplomatosi al CFP: da poco più di un anno lavorava in un’azienda metalmeccanica in zona Fornaci, ancora a Gavardo. Impegnato nel lavoro, sempre pronto a dare una mano anche dentro e fuori casa. Classe 1993, nato ad ottobre, era molto conosciuto in paese, sia dai coetanei che un tempo frequentava al grest sia dai tanti amici con cui condivideva le serate al chiosco Mataci di Muscoline.

Non solo motociclista, era un appassionato cacciatore. Già tesserato a livello regionale, era una bella occasione per passare il tempo insieme al padre Fausto. Ora la famiglia lo piange, circondata dall’affetto di una comunità mai così vicina. Nel ricordare il ‘suo’ piccolo grande Simone, e immaginarlo ancora in sella ad una moto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento