Investe un ragazzino in bici, pirata della strada in fuga

Investe un ragazzino sulla Sp24 a Ghedi, poi non si ferma a prestare soccorso: ma nella fuga perde un 'pezzo', lo specchietto retrovisore su cui è inciso un numero di serie. Le indagini della Polizia Locale

La soluzione del giallo sta nello specchietto retrovisore. Potrebbe essere infatti quel numero identificativo a permettere di ricostruire la proprietà del mezzo che domenica pomeriggio a Ghedi ha travolto e investito un ragazzino in sella alla sua bicicletta, senza fermarsi. L'accusa ovviamente è di omissione di soccorso.

Il giovane non sarebbe in gravi condizioni, ma è stato comunque accompagnato in ospedale – al Civile di Brescia – per accertamenti. Tutto è successo intorno alle 17.30, sulla strada provinciale: un'utilitaria ancora da identificare ha travolto il ragazzo, un 17enne che abita in paese, per poi allontanarsi nel buio.

Indaga la Polizia Locale, e sembra che la pista sia quella giusta. Il numero identificativo stampato sul vetro dello specchietto retrovisore, che il pirata ha 'perso' durante la sua fuga, permetterebbe così di risalire al modello della vettura e al proprietario. Una fuga che dunque ha le ore contate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento