rotate-mobile
Attualità

Epatite di origine sconosciuta nei bambini, già oltre 70 casi: è allerta in Europa

Sono già più di 70 i casi in tutta Europa, tra Gran Bretagna e Spagna

C'è una strana e sconosciuta epatite che colpisce i bambini e in questi ultimi giorni ha già fatto suonare più di un campanello di allarme: ad oggi, come riferito dall'Ecdc (il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) sarebbero già più di una settantina i casi rilevati, la maggior parte in Gran Bretagna (60 in Inghilterra e 10 in Scozia) e poi in Spagna, e in alcuni casi i piccoli pazienti sarebbero stati sottoposti anche a trapianto di fegato.
Le evidenze, al momento, sono poche. Si tratterebbe come detto di un'epatite acuta sconosciuta rispetto alle epatiti virali già note e classificate, ovvero A, B, C, E. Ma in alcuni dei piccoli pazienti è stata riscontrata anche la positività al Covid-19: dunque prende piede l'ipotesi che possa esserci una qualche correlazione.

Già 70 casi in Gran Bretagna

Tutto ancora da definire, è chiaro: ci sarà molto da studiare, approfondire, indagare. “La sindrome clinica nei casi identificati – scrive l'Ecdc – è di epatite acuta grave con transaminasi marcatamente elevate, che spesso si presenta con ittero, a volte preceduto da sintomi gastrointestinali (tra cui il vomito) in bambini e ragazzi fino ai 16 anni”. In Inghilterra ci sono circa 60 casi sotto inchiesta, la maggior parte dei quali in bambini di età compresa tra 2 e 5 anni.

Alcuni casi sono peggiorati fino all'insufficienza epatica acuta e hanno richiesto il trasferimento in unità pediatriche specializzate: per alcuni bambini è stato necessario addirittura il trapianto di fegato. In Scozia sarebbero una decina i casi che hanno richiesto il ricovero in ospedale, tutti bambini di età compresa tra 1 e 5 anni. Non risultano casi segnalati in Galles e Irlanda del Nord.

Ecdc: "Epatite di origine sconosciuta"

“Al momento la causa dell'epatite è sconosciuta – continua l'Ecdc – in quanto i virus comuni che possono causare l'epatite (A, B, C, D, E) non sono stati rilevati. Alcuni dei bambini ricoverati in ospedale in Inghilterra sono risultati positivi al Sars-Cov2, e altri per adenovirus. Ma al momento non esiste una chiara connessione tra i casi segnalati”.

Non risulterebbero nemmeno “connessioni” tra eventuali viaggi all'estero. Le segnalazioni si sono poi estese anche oltremanica. In Spagna sarebbero almeno tre i bambini (tra i 2 e i 7 anni) affetti da epatite acuta grave ma di origine sconosciuta: uno di loro è già stato sottoposto a trapianto di fegato. L'Ecdc invita i medici di tutta Europa “a segnalare casi di epatite acuta in bambini e ragazzi fino all'età di 16 anni con transaminasi sierica superiore a 500 UI/L, nei casi in cui l'epatite da A a E sia stata esclusa, agli istituti nazionali di sanità pubblica”. Nessun caso segnalato nemmeno in Italia e in provincia di Brescia, ma dopo l'appello dell'Ecdc l'allerta resta massima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epatite di origine sconosciuta nei bambini, già oltre 70 casi: è allerta in Europa

BresciaToday è in caricamento