rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Coronavirus Pontevico

Primo focolaio di variante Omicron in provincia di Brescia

La conferma dalle analisi di laboratorio del Civile

Prima o poi doveva succedere, inevitabile: primo focolaio di variante Omicron anche nel Bresciano. E' stato rilevato a Pontevico, dove già era stato individuato il primo caso Omicron in una donna di circa 50 anni: sono risultate positive alla variante anche le sue tre figlie, come confermato dalle analisi effettuate nei laboratori del Civile di Brescia. La buona notizia è che stanno tutte bene.

La variante Omicron

Sulla variante Omicron si sa ancora relativamente poco. Dalle prime evidenze sembra sia in grado di trasmettersi ancora più velocemente della variante Delta (che ha un R0 compreso tra 5 e 8, quando la variante Alfa, quella inglese, si ferma a 4), ma non è detto che questo porti con se un decorso più severo della malattia (anzi). Sul fronte dei vaccini, sembra inoltre chiaro che il richiamo (o terza dose dir si voglia) garantisca piena copertura anche per la nuova variante.

Nel frattempo in provincia di Brescia si sono registrati 619 positivi in 24 ore: tra i Comuni più colpiti, oltre al capoluogo (109 nuovi casi) ci sono Desenzano (17), Castelmella (16), Carpenedolo (15), Gussago (14), Botticino, Gavardo e Montichiari (13), Darfo Boario Terme e Padenghe (11), Rovato e Sirmione (10). 

La situazione in Lombardia

All'aumento dei contagi di queste ultime settimane non è seguita però né un'impennata di ricoveri né di decessi (come invece accaduto nella prima, seconda e terza ondata): questo grazie allo scudo dei vaccini. Gli ultimi dati disponibili confermano che anche in Lombardia circa la metà dei nuovi positivi non sono vaccinati, nonostante siano solo tra il 10 e il 15% della popolazione, e che siano sempre no-vax i due terzi dei ricoverati in ospedale, e i tre quarti dei pazienti attualmente in terapia intensiva. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo focolaio di variante Omicron in provincia di Brescia

BresciaToday è in caricamento