Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

Per i residenti di Cerveno presto potrebbe diventare un incubo: a fine anno chiuderà l'ultimo negozio, poi forse anche l'unico bar

Una strana storia di solitudine, sulle montagne bresciane: è quella che stanno vivendo i residenti di Cerveno, piccolo Comune di poco più di 600 abitanti, nell'alta Valcamonica. Come scrive Bresciaoggi, infatti, da qui a poco – entro la fine dell'anno – chiuderà i battenti l'ultimo (e unico) negozio del paese, la bottega di alimentari (e non solo) che da Via Grera si affaccia direttamente su Piazza Prudenzini.

Il negozio aveva aperto più di 20 anni fa, gestito da Rosanna e Domenico, e con loro la figlia Chiara: niente da fare, indietro non si torna, la decisione è presa. Sempre meno clienti, sempre meno incassi: dunque la bottega chiude. Ora e per sempre.

Chiude il negozio e forse anche il bar

Al momento infatti non ci sarebbe nessuno disposto a proseguire nell'intento. Anzi: sulla stessa linea, insomma ormai vicino alla chiusura, anche il bar Il Troglodita (gestito da Mina Moncini) potrebbe presto abbassare le serrande, e non per motivi economici (anzi, è sempre andata bene) ma solo per l'inevitabile "stanchezza" accumulata dopo 41 anni di gloriosa attività.

Riassumendo: il negozio ha già chiuso, presto potrebbe chiudere il bar. Fosse così, tutta la piazza e tutto il paese rimarrebbero vuoti. Il negozio di Rosanna e Domenico aveva anche la licenza di tabaccheria, che ora sarà “estinta”. Si vociferava di un interessamento del marchio Crai, la nota catena di supermercati: ritireranno l'eventuale merce in giacenza, ma niente riapertura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

BresciaToday è in caricamento