rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità Pozzolengo

Sindaco bresciano vieta l'installazione della rete 5G: "Pericolosa e nociva"

Le nuove reti internet continuano a far discutere: il sindaco di Pozzolengo ha emanato un'ordinanza per impedirne l'installazione nel suo Comune. Il motivo? I possibili effetti nocivi sulla salute umana.

Non ci sono sono evidenze scientifiche, ma i timori che le reti 5G possano essere dannose per la salute umana hanno portato un sindaco bresciano a vietarne l'installazione sul suolo del Comune da lui amministrato (Pozzolengo). Un'ordinanza di ben 4 pagine, definita 'precauzionale', è stata siglata e postata sui social del Comune da Paolo Bellini, primo cittadino del paese gardesano. 

"Si comunica – spiega la pagina ufficiale del Comune – che, al fine di garantire costante attenzione in ambito sanitario e per la tutela della salute della cittadinanza, è stata emessa ordinanza sindacale 05/2020 prot.2531 che vieta l’istallazione e la diffusione su territorio comunale di impianti con tecnologie 5G”.  

Una tecnologia indicata nel provvedimento come “potenzialmente pericolosa”, e dai possibili “effetti nocivi” sulla salute umana. Da qui la messa al bando, in via “precauzionale” e in attesa di chiarimenti anche sull’eventuale “cancerogenesi” del 5G. Nel documento vengono citati diversi studi  - anche della Commissione Europea - e fonti, ma al momento non c'è alcun documento approvato dalla comunità scientifica in materia. Da mesi sui social spopolano numerose teorie complottiste, alcune delle quali correlano la diffusione del 5G all'epidemia di Coronavirus. Deliri privi di fondamento, come vi avevamo già spiegato.

L'ordinanza del sindaco di Pozzolengo è stata inviata anche a diverse autorità, dal prefetto di Brescia passando per la Regione e Ats, fino ad arrivare al presidente della Repubblica e quello del consiglio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco bresciano vieta l'installazione della rete 5G: "Pericolosa e nociva"

BresciaToday è in caricamento