Martedì, 22 Giugno 2021
Sport Mompiano / Via dello Stadio

Brescia-Cittadella 4-1. Prima vittoria interna, poker a Mompiano

Al Rigamonti, per una volta, ecco lo show biancoblu: quattro reti in Cittadella (comunque in dieci uomini) e grande prestazione corale. Prima vittoria interna stagionale e gran boccata d'ossigeno

Caracciolo e Zambelli, una rete a testa

Il Brescia torna a vincere dopo una lunga attesa, i primi tre punti conquistati in casa di una stagione fino a questo punto un po’ zoppa: grande reazione collettiva, anche se contro un avversario non sempre irresistibile e che, a dirla tutta, ha pagato fin da subito l’espulsione del ‘capo’ di difesa, al sesto minuto di gioco. Un poker che ci voleva, con la firma degli uomini simbolo, su tutti Zambelli (autore della rete del vantaggio) e Caracciolo, con un gol da cineteca, in mezzo il corridore Benali e infine pure il subentrato Juan Antonio, e qualche patema in forma ridotta per la rete ospite, quella del momentaneo 3 a 1.

IL MATCH – Partire forte si può, soprattutto se Coly viene subito espulso. Caracciolo si invola al limite dell’area, a questo punto “chiara occasione da gol”, il senegalese lo stende e l’arbitro non ha dubbi: cartellino rosso. Le premesse ci sono tutte, e il vantaggio arriva in una ventina di minuti: a segnare è capitan Zambelli, servito con assist ‘al bacio’ dal buon Coletti, con la palla che prima tocca il palo e poi si insacca. Un quarto d’ora e arriva il raddoppio, frutto di una piacevole azione corale che coinvolge prima Sodinha e poi Scaglia, fino al Benali che addirittura ne salta due, difensore e portiere, prima di infilare con tocco morbido. Il Cittadella si vede solo alla fine, ma poco o nulla da segnalare.

Chi ben comincia è a metà dell’opera. Ma anche un pochino più avanti, perché al minuto sette Caracciolo si inventa un gol pazzesco, con stop ‘volante’ su assist ancora di Sodinha, e un sinistro che gira così bene che nemmeno Di Gennaro ci crede, tanto da restare a bocca aperta. Sembra fatta, e in effetti è così: a poco serve la rete che accorcia le distanze, sui piedi di Dumitru, che comunque un po’ di ansia la fa venire, soprattutto di questi tempi. Non contento allora Caracciolo si ‘traveste’ da assistman, e a dieci dalla fine serve Juan Antonio appena entrato, che chiude la gara da due passi, nell’area piccola.

POST PARTITA – Ci voleva proprio, questa è la boccata d’ossigeno che tutti aspettavano. Una prestazione collettiva da incorniciare: chiaramente c’è l’aiutino, quell’espulsione (comunque meritata) che ha lasciato gli ospiti in dieci praticamente per tutta la partita. Immenso Caracciolo, quando sta bene nessuno lo tiene, ottimo anche Sodinha, finché ha fiato li mette tutti in riga, tecnicamente ha pochi rivali, almeno nella serie cadetta. Chapeau anche al capitano, quando la sblocca lui allora è già tutto in discesa.

TABELLINO

BRESCIA-CITTADELLA: 4-1

BRESCIA: Cragno, Zambelli, Paci, Budel, Camigliano, Scaglia, Finazzi (61’ Saba), Coletti, Benali (77’ Mandorlini), Scaglia, Sodinha (67’ Juan Antonio), Caracciolo. All. Bergodi
CITTADELLA: Di Gennaro, Marino, Coly, Pellizzer, Sosa, Pecorini, Di Donato (61’ Colombo), La Camera, Alborno, Coralli (46’ Busellato), Dumitru. All. Foscarini

Marcatori: 24’ Zambelli, 38’ Benali, 52’ Caracciolo, 66’ Dumitru, 81’ Juan Antonio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia-Cittadella 4-1. Prima vittoria interna, poker a Mompiano

BresciaToday è in caricamento