menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reggina-Brescia 1-1. Quando si butta via una partita.. Bonazzoli ringrazia

Vantaggio di Jonathas, espulsione di Emerson. Reggina sbilanciata e tanti contropiedi Brescia, negli ultimi minuti almeno quattro nitide palle gol, tutte addosso a Belardi. E il calcio è fatto così, al '90 il pareggio di Bonazzoli

Il posticipo del lunedì sera tra Reggina e Brescia finisce come non te lo saresti mai aspettato, un pareggio che fa sorridere chi ci è sempre stato davanti (Padova e Varese) e chi lo è in via definitiva a cominciare da stasera (Sampdoria). Il Brescia passa alla mezzora con Jonathas, guadagna anche l’uomo in più per l’espulsione di Emerson, se la può giocare bene grazie ai contropiedi. Ma gol sbagliato gol subito è un’equazione che spesso ritorna, e se di gol ne sbagli quattro forse è giusto pareggiare. Onore a Bonazzoli, al quarto gol stagionale.

IL MATCH – Giocare per vincere, senza troppa fretta. E Reggina e Brescia si studiano e si guardano, il rischio viene messo in secondo piano. Qualche buon disimpegno in difesa, bravo Caldirola, un bel sombrero di El Kaddouri, un colpo di testa di Barillà che va lento e va fuori. Certo è che la Reggina a fare la partita, una partita che non decolla e che mette in evidenza i limiti di entrambe le formazioni in campo, fino alla mezzora, o quasi. Zambelli la passa lunga, filtrante, la palla scivola in area, la Reggina si ferma ma Daprelà no, tocco rasoterra in mezzo dove c’è solo Jonathas, tutto solo per piazzare il suo piattone in porta. Vantaggio a sorpresa, gli amaranto reagiscono male, in un escalation di nervosismo, fino al bruttissimo intervento a gamba tesa di Emerson, rosso diretto e Rossi zoppicante.

Nel finale Belardi si supera su Caldirola. Ma la ripresa va affrontata nel modo giusto, con un gol e un uomo di vantaggio. Parola d’ordine contropiede, e subito gran sinistro di Rossi alto di poco. Sfiora il palo anche Jonathas su punizione, poi l’ottimo Rossi si mangia il gol del raddoppio, servito da un ispirato El Kaddouri che lo vede tutto solo in area. Il suo facile tap in va però va alle stelle, errore clamoroso e 2 a 0 rinviato. La Reggina fa davvero poco, Bonazzoli quest’anno non è più lo stesso, Campagnacci non combina nulla, Viola poco più. Le cose si complicano quando Calori mette la seconda punta, gli amaranto attaccano a testa bassa e il Brescia rischia qualcosa. In contropiede però le occasioni ci sono, anche clamorose: due volte Piovaccari e poi anche El Kaddouri. Niente da fare, tre palle gol senza esito, e si soffre fino alla fine. Fino al pari di Bonazzoli, partita buttata.

POST PARTITA – Sarà l’amarezza del momento ma sono sicuro di non stancarmi presto di ripetermi: questa è una partita buttata. Troppi errori là davanti, errori decisivi che poi giustamente si pagano. La Reggina giocava in 10, costretta ad attaccare con tanti uomini e costretta a scoprirsi, anche clamorosamente. Infatti il Brescia i palloni giusti li ha, due volte Piovaccari e una volta El Kaddouri e Jonathas. Senza dimenticare Fausto Rossi a porta quasi vuota. Speriamo che le condizioni favorevoli siano solo rimandate, ora sotto con Verona prima e Sampdoria poi. Buona fortuna a tutti.

LE PAGELLE

LA CLASSIFICA

TABELLINO

REGGINA-BRESCIA: 1-1

REGGINA: Belardi, Cosenza, Emerson, Angella, Colombo (’59 Melara), Rizzo ('86 Montiel), Armellino, Barillà, Rizzato, Campagnacci (’65 Viola), Bonazzoli. All. Gregucci
BRESCIA: Arcari, Zambelli, De Maio, Caldirola, Zoboli, Salamon, Rossi (’73 Piovaccari), Vass, El Kaddouri (’89 Cordova), Jonathas. All. Calori

Marcatori: ’28 Jonathas, ’90 Bonazzoli

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento