Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Trovato morto in casa il surfista gardesano Alberto Menegatti

Morto a soli 29 anni il surfista gardesano Alberto Menegatti, secondo classificato ai Mondiali del 2014, campione d'Italia per tre volte e pure campione d'Europa. Trovato senza vita nella sua casa di Tenerife

Saranno i risultati di un'autopsia già programmata a stabilire quale sia stata la causa del decesso di Alberto Menegatti, campione di windsurf originario dell’Alto Garda e che avrebbe dovuto compiere 30 anni il prossimo 4 aprile. Si trovava sulle isole Canarie, da circa un paio di mesi, a Tenerife per allenarsi: è stato trovato senza vita nel suo appartamento, sdraiato sul letto, dai compagni di squadra.

Un vero shock per gli amici e la famiglia, per chi stava con lui sulle Canarie, per chi lo conosceva in lungo e in largo sul lago di Garda. Era cresciuto a Torbole, si era fatto conoscere per primo a Campione per i suoi ‘numeri’. Forse il miglior windsurfer che l’Italia ricordi: un palmares di tutto rispetto, e addirittura un secondo posto ai campionati del mondo del 2014.

Oltre al glorioso piazzamento anche un titolo di campione d’Europa, tre campionati italiani e perfino un Mondiale, ma di categoria Juniores. Specialista nel funboard, era rimasto fermo qualche settimana a causa di un infortunio. Sarebbe stato colpito da un malore improvviso, mentre dormiva. Aveva soltanto 29 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato morto in casa il surfista gardesano Alberto Menegatti

BresciaToday è in caricamento