Sport

Corioni: «Mi rimprovero di non aver esonerato Scienza 4 partite fa»

Questo il commento del presidente del Brescia alla presentazione del nuovo allenatore Alessandro Calori, che dichiara: "Sono qui per ridare fiducia. Convinto che questa squadra abbia importanti qualità tecniche". Scienza: "Mi sento mortificato"

"Mi rimprovero solo una cosa: di non aver esonerato Scienza già tre o quattro partite fa..Tra l'altro anche dai giocatori, senza che mi abbiano detto nulla, ho captato che era quello che si aspettavano". E' questa l'introduzione del presidente del Brescia Gino Corioni alla presentazione ufficiale di Alessandro Calori, il ventiduesimo allenatore nei 21 anni della sua gestione: "A Scienza - dice ancora Corioni- auguro davvero il meglio. E' bravissimo e sono certo che imparando dai suoi errori diventerà un grandissimo allenatore perché ne ha le qualità. Solo non gli sono girate le cose nel verso giusto. Ad ogni modo adesso c'é Calori che ringrazio per il suo grande entusiasmo".

"Corioni - le parole del nuovo allenatore del Brescia - è una persona speciale ed è questo uno dei motivi che mi ha spinto ad accettare il Brescia. In questi mesi da disoccupato ho ricevuto altre offerte che però non mi avevano convinto..Mi mancava qualcosa. In questo caso ha contato molto anche la spinta emotiva visto che a Brescia sono stato due anni come calciatore e serbavo grandi ricordi. Ora - prosegue Calori - sono ancora qui, ma in un'altra veste. Sono qui per ridare fiducia. Convinto che questa squadra abbia importanti qualità tecniche".


Queste invece le parole di congedo dell'ex Beppe Scienza: "Mi sento mortificato. Non tanto per l'esonero, ma perché sarebbe bastato poco in più da parte mia, dei ragazzi e della società per fare grandi cose. Sarò un ingenuo, ma sono convinto che nessuno dei ragazzi mi abbia giocato contro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corioni: «Mi rimprovero di non aver esonerato Scienza 4 partite fa»

BresciaToday è in caricamento