Domenica, 25 Luglio 2021
Sport

Lo stile Brescia Calcio che funziona bene, dalla Lega Pro alla Serie A

Se le Rondinelle volano a ritmo da promozione anche gli illustri ex biancazzurri si danno da fare, eccome. Davide Possanzini segna una doppietta con la Cremonese, Andrea Caracciolo con un gran gol stende l'Inter

Inter-Novara 0-1, gol di Caracciolo

Deve essere proprio un periodo d’oro per il calcio bresciano, dopo qualche mese non certo felicissimo. E non ci riferiamo solo al Brescia Calcio, che con Alessandro Calori sembra rinvigorito, e il suo schema più difensivo sembra fatto apposta per questa Serie B, e per questa stagione. C’è tanto Brescia in giro per l’Italia, dalla Lega Pro alla massima serie, c’è tanto Brescia sparso in questo calcio italiano che anche se a qualcuno non piace più a noi ci continua a divertire.

Andrea Pirlo è il trascinatore di questa Juventus, virtualmente in testa al campionato perché ha ancora due partite da recuperare. Ma nella domenica del calcio tornano in auge due nomi che a Brescia hanno fatto tanto, e magari ancora faranno. Ipotesi fantasiosa per Davide Possanzini, il capitano della promozione, dopo una brutta esperienza a Lugano ora in forza alla Cremonese, protagonista assoluto del 3 a 1 che i grigiorossi hanno rifilato al Siracusa, diretto avversario per la promozione: due gol e un (quasi) assist, di sicuro il migliore in campo.

E poi c’è il mica tanto piccolo grande eroe di giornata, l’Airone Andrea Caracciolo, che dopo un gol come quello di ieri ci fa venire un po’ di nostalgia. Lancio lungo, stop perfetto, palla sul sinistro e un diagonale imparabile, su cui Julio Cesare può solo imprecare, perché tanto non ci arriva. Ma basta divagare, rimettiamo i piedi dove devono stare: per terra, o quasi. “Parlare di playoff mi sembra prematuro – ha detto infatti mister Calori al termine della gara con il Cittadella – se non vi ricordate sette turni fa eravamo quasi in zona playout”.

“Il nostro obiettivo immediato è il Modena, poi raggiungere al più presto la salvezza. Tutto il resto? Dopo, dopo..”. Ma con un Jonathas così sognare non è lecito ma pare un obbligo, 12 gol e un altro obiettivo da raggiungere. “Sono molto felice per come vanno le cose – spiega il brasiliano – ma come sapete io non mi accontento mai. Sabato proverò a fare una tripletta! Scherzi a parte, siamo cresciuti, possiamo fare ancora tanto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo stile Brescia Calcio che funziona bene, dalla Lega Pro alla Serie A

BresciaToday è in caricamento