Venator Kingdom part 2: il bresciano Damiani sabato sera sale sul ring

Va in scena questa sera a Milano (sabato 16 dicembre) la seconda edizione del Venator Kingdom, forse il più importante evento nazionale dedicato alle MMA, le Mixed Martial Arts

Leonardo "Puppy" Damiani

C’è anche un giovane atleta bresciano nell’esclusivo elenco dei fighters che combatteranno questa sera (sabato 16 dicembre) alla seconda edizione del Venator Kingdom, forse l’evento italiano più importante della stagione delle Mixed Martial Arts (arti marziali miste, note semplicemente come MMA), in scena a Milano (dove sono attesi più di un migliaio di spettatori) e trasmesso in diretta televisiva nazionale.

Si chiama Leonardo “Puppy” Damiani, che a prima vista di “Puppy” ha poco anche se gli amici dicono che abbia un cuore grande: classe 1990 e residente a Manerba del Garda, da mesi si allena per partecipare all’atteso evento milanese, tra i più importanti della stagione (organizzato dal noto “producer” Alex Dandi) e l’ultimo tra i “big match” di fine anno.

La seconda edizione di Venator Kingdom va in scena a partire dalle 18 al Teatro Principe di Via Bligny a Milano, e sono addirittura 15 i combattimenti in programma. Damiani si batterà tra le “Main Card”, ovvero i fight più importanti della serata: se infatti il “Main Event” sarà la sfida per il titolo dei pesi medi (categoria 84 chilogrammi) tra Pietro Penini e Cristian Magro, il giovane bresciano salirà sul ring per un evento “Co-Main”, categoria 77 chili contro Raffaele D’Eligio (che ha un record di tre vittorie e nessuna sconfitta).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento