menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lutto nel calcio bresciano: morto dirigente sportivo, ucciso da un male incurabile

Sabato mattina i funerali: la società lo ricorda con affetto

La società calcistica Pro Palazzolo ricorda con affetto Pierangelo Rossi, detto il “gemello”, attivista e dirigente della squadra bresciana per mezzo secolo esatto, dal 1967 ad oggi. Si è spento nella notte tra martedì e mercoledì dopo aver lottato a lungo con una terribile malattia: aveva 65 anni. I funerali saranno celebrati sabato mattina alle 9.30, nella chiesa di San Rocco, non lontano dallo stadio in cui ha sempre tifato.

“Con profonda commozione – scrive la società in una nota – lo ringraziamo per i 50 anni di servizio impeccabile, festeggiati poco tempo fa, che lo hanno reso parte inscindibile della storia della Pro, che ora non sarà più la stessa. Quante ne hai viste, insostituibile. Grazie di cuore”.

Si era avvicinato alla Pro che era ancora giovanissimo, appunto nel 1967, ma già seguiva la squadra quando era un bambino. La squadra di cui poi sarà segretario, per una vita intera. Insieme a lui i palazzolesi hanno visto la finale di Coppa Italia dilettanti nel 1982, o le partecipazioni ai campionati professionisti in Serie C1 e in Serie C2, tra gli anni '90 e gli anni 2000.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento