Pozzolengo, Sirmione e Peschiera: i migliori Lugana secondo Altroconsumo

La graduatoria dei Lugana al top secondo Altroconsumo, la più importante associazione di consumatori: guida e consigli per gli appassionati

Foto da consorziolugana.it

Pozzolengo, Sirmione e Peschiera: sono queste le zone di provenienza dei migliori Lugana Doc prodotti nel 2018 secondo Altroconsumo, la prima e più diffusa (con circa 400mila soci) associazione di tutela dei consumatori in Italia. Per stilare la graduatoria dei migliori produttori del celebre vino gardesano, che viene coltivato e imbottigliato tra le province di Brescia e di Verona (e tutelato da un Consorzio operativo ormai dal 1990), sono state analizzate varie caratteristiche, dalla “qualità” dell'etichetta alla presenza dei solfiti, fino alle caratteristiche organolettiche in fase di assaggio.

La top 5 dei migliori Lugana

Questa dunque la top cinque dei migliori Lugana: al primo posto Tenuta Roveglia di Pozzolengo, a pari merito con Colli Vaibò, altra cantina di Pozzolengo. A completare il podio il Lugana prodotto da Don Lorenzo della Grillaia di Sirmione, poi al quarto e quinto posto Ottella e Sansonina, entrambi di Peschiera. Dei primi cinque in graduatoria il più caro è quello di Sansonina, in vendita (nel luglio 2019) a 13 euro a bottiglia: seguono Tenuta Roveglia a 8,50 euro, Ottella a 8,20 euro, Colli Vaibò e Don Lorenzo della Grillaia a 7,50 euro.ù

Gli altri Lugana in classifica

I risultati completi dell'inchiesta sono consultabili nella sezione dedicata della pagina web di Altroconsumo. Nella top ten ci sono tanti produttori veronesi, cinque su dieci: i primi in graduatoria sono di Pozzolengo, poi il terzo da Sirmione, il sesto e il decimo da San Martino della Battaglia. Queste le altre cantine, dal sesto posto in giù: Milan Bordignon di San Martino (che ha la più alta gradazione alcolica, 14,5 gradi dichiarati), Fraccaroli, Le Morette e Zenato da Peschiera, Citarì ancora da San Martino.

Ma quanto costa una bottiglia di Lugana?

Buone notizie per il nostro portafoglio, scrive Altroconsumo: “Il Lugana migliore non è il più costoso – spiegano gli esperti dell'associazione – le due bottiglie più costose (13,50 e 12 euro) si fermano rispettivamente al quinto e al dodicesimo posto. Con meno di 8 euro si può portare a casa un Lugana con un giudizio globale ottimo, e tra i primi 11 vini del test ce ne sono due che hanno un prezzo inferiore ai 7 euro”. Il più economico tra quelli analizzati è Milan Bordignon, che l'estate scorsa si vendeva a 6 euro a bottiglia: a meno di 7 euro anche Lamberti di Bardolino, che in graduatoria è all'undicesimo posto.

La questione solfiti

Per chi non lo sapesse, i solfiti sono delle sostanze chimiche utilizzate nell'industria agroalimentare come conservanti: impediscono sia la nascita di batteri e microrganismi che potrebbero danneggiare il prodotto, sia il deterioramento delle caratteristiche organolettiche. Il limite massimo di solfiti per i vini bianchi, fissato dalla legge, è di 200 milligrammi per litro: in gran parte dei Lugana analizzati da Altroconsumo la soglia è ben al di sotto, con 5 etichette il cui giudizio è “ottimo” e altre 18 in cui il giudizio è “buono”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento