rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
social

Brescia capitale della cultura: si prepara la visita di Papa Francesco

Via libera del Vaticano alla visita

Papa Franesco il prossimo anno potrebbe visitare Brescia e Bergamo, le città che nel 2023 saranno celebrate come Capitali della Cultura e che allo stesso tempo festeggeranno due importanti anniversari (papa Giovanni XXIII e papa Paolo VI: ne riparliamo tra qualche riga). Lo scrive l'Eco di Bergamo: il vescovo bresciano Pierantonio Tremolada e quello bergamasco Francesco Beschi avrebbero già inviato l'invito ufficiale al pontefice, firmato dai vescovi ma controfirmato anche dai sindaci, Emilio Del Bono e Giorgio Gori.

Il papa in visita a Brescia e Bergamo?

La missiva sarebbe stata recapitata e consegnata in questi giorni, con un primo via libera: il Vaticano non avrebbe infatti espresso elementi ostativi all'ipotesi di una visita alle due città per il prossimo anno. Sarebbe occasione, dicono gli addetti ai lavori, per celebrare non solo le "Capitali" ma anche i sessantesimi anniversari della morte di papa Giovanni XXIII (nato Angelo Giuseppe Roncalli, originario di Sotto il Monte, Bergamo, morto il 3 giugno 1963) e della nomina di papa Paolo VI, nato Giovanni Battista Enrico Antonio Maria Montini, originario di Concesio.

La telefonata al vescovo di Brescia

Chissà se vescovo e papa hanno parlato anche di questo invito nella telefonata intercorsa tra loro la scorsa settimana. "Pierantonio Tremolada ha ricevuto la gradita telefonata di papa Francesco che si è informato sulle condizioni di salute del vescovo di Brescia - si legge in una nota della Diocesi - il Santo Padre ha espresso parole di vicinanza a monsignor Tremolada, ha assicurato la sua personale preghiera e l'ha incoraggiato a guardare con speranza al futuro, anche perché la medicina, oggi, fa grandi cose".

Le condizioni di Pierantonio Tremolada

Il vescovo Tremolada, ricordiamo, è stato sottoposto a trapianto di midollo osseo il 20 luglio scorso. Sta ora proseguendo a casa, a Lissone, la fase di riabilitazione dopo il trapianto: tutto procede come programmato dall'equipe dell'ospedale San Gerardo di Monza. "Continuiamo a esprimere al vescovo Pierantonio la nostra vicinanza nell'affetto e nella preghiera - ha fatto sapere don Adriano Bianchi, portavoce del vescovo - Un grazie sincero per la competenza e la professionalità va al personale medico che in cura il nostro pastore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia capitale della cultura: si prepara la visita di Papa Francesco

BresciaToday è in caricamento