rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Sicurezza integrata, siglato l'accordo: dalla Regione 3 milioni di euro

Il patto prevede un ulteriore controllo del territorio attraverso lo scambio in tempo reale di informazioni tra le Forze di Polizia, l'integrazione dei sistemi di videosorveglianza, la regolamentazione delle collaborazioni con le associazioni di volontariato.

È stato siglato, in Prefettura, a Milano, l'accordo di durata triennale per la promozione della sicurezza integrata tra Ministero dell'Interno, Regione Lombardia e Anci Lombardia.

 "Un atto importante e atteso - ha commentato il presidente della Regione -, che renderà ancora più forte e incisiva la collaborazione istituzionale in tema di sicurezza e rispetto delle regole. Da parte nostra, abbiamo aderito convintamente e con risorse importanti a un progetto mirato ad affermare sempre e comunque la legalità". Regione Lombardia ha infatti stanziato complessivamente, per il triennio 2019-2021, tre milioni di euro.

A firmare il documento, oltre al governatore della Lombardia, il ministro dell'Interno, il prefetto di Milano e il presidente dell'Anci Lombardia. Oggetto dell'accordo è l'individuazione dei progetti e delle modalità operative per la promozione della sicurezza integrata che il Ministero dell'Interno, attraverso il sistema delle Prefetture e la Regione Lombardia, si impegna a realizzare in collaborazione con Anci Lombardia e gli Enti locali interessati. L'atto sottoscritto prevede un ulteriore controllo del territorio attraverso lo scambio in tempo reale di informazioni tra le Forze di Polizia, l'integrazione dei sistemi di videosorveglianza, la regolamentazione delle collaborazioni con le associazioni di volontariato. Destinatari del provvedimento sono i Comuni, l'Anci e il Ministero dell'Interno.

All'interno del documento sono previste una serie di azioni, quali: l'aggiornamento professionale integrato tra Forze di Polizia e Corpi della Polizia locale; la sottoscrizione di patti per l'attuazione della sicurezza urbana; l'interconnessione delle Sale Operative delle Forze di Polizia e dei Corpi della Polizia locale, con reciproco scambio informativo; la collaborazione con le associazioni di volontariato per la rivitalizzazione sociale delle aree urbane. Sarà inoltre possibile utilizzare sistemi di sicurezza tecnologica per il controllo di aree e attività soggette a rischio, promuovere la gestione associata delle funzioni di polizia municipale e polizia amministrativa locale e individuare soluzioni a specifiche problematiche della sicurezza urbana.

L'accordo prevede, per i Comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti, il collegamento, in via sperimentale, delle Polizie locali alla banca dati del CED Interforze. Progressivamente il collegamento sarà esteso agli altri Comuni capoluogo di provincia.

 "Questo accordo - ha spiegato ancora il presidente della Regione - esalta la sinergia, la voglia di far rete e di coinvolgere attivamente i sindaci nell'affermazione della sicurezza. Valuto molto positivamente questa volontà di collaborare, tutti insieme, nel nome del rispetto delle regole. Una richiesta, quella di lavorare ulteriormente sul tema della sicurezza, che arriva innanzitutto dai cittadini e che noi come Regione stiamo portando avanti con determinazione e concretezza".

"Una giornata importante - ha commentato l'assessore regionale alla Sicurezza - con un provvedimento fortemente voluto dalla Regione, ma anche dai cittadini. Da parte nostra continuiamo a investire sulla sicurezza e lo facciamo attraverso lo stanziamento di somme importanti, in particolare per la videosorveglianza nelle aree verdi, nei parchi e nelle zone urbane particolarmente a rischio, dove troppo spesso regnano spaccio e delinquenza. Con questo provvedimento, poi, si rafforza il collegamento tra le Polizie locali dei capoluoghi di provincia e il Ced Interforze. Ciò permetterà di rendere ancor più proficuo il lavoro svolto dalle Forze dell'ordine per garantire legalità e sicurezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza integrata, siglato l'accordo: dalla Regione 3 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento