menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Formigoni: "Da Ambrosoli solo miseria umana e intellettuale"

Duro attacco del governatore lombardo al candidato dal centrosinistra, che aveva criticato il Celeste per non aver fatto nulla nel ruolo di commissario generale di Expo 2015

"La miseria umana e intellettuale dell'avvocato Ambrosoli emerge in tutta la sua vergogna nelle dichiarazioni fatte sull'Expo".

Parole del presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, secondo il quale "Ambrosoli dimostra di non saper nulla neppure di quelli che sono i compiti del commissario generale".

Il candidato del centrosinistra, dopo che il Celeste aveva annunciato le dimissioni in caso di sconfitta alle regionali da commissario generale dell'Expo, aveva commmentato: "Ci mancava solo che Formigoni restasse lì", perché nel corso del suo mandato "non ha fatto niente".

Per Formigoni, il candidato del centrosinistra "non sa che solo grazie alla mia azione è stata sbloccata la questione fondamentale dei terreni con una soluzione condivisa dalla quasi unanimità dal Consiglio regionale, come è stato riconosciuto dal Bie in numerose occasioni".

"Nessuno gli ha detto che i compiti del commissario generale riguardano lo sviluppo del tema e la promozione delle relazioni internazionali - ha proseguito Formigoni -. I risultati in questo campo sono sotto gli occhi di tutti: 120 paesi aderenti, il Documento Strategico da me redatto e sottoscritto anche da Mario Monti e Vicente Loscertales, già condiviso da Ban Ki Moon e Barroso e oggi all'esame dei governi di tutti i Paesi aderenti e delle principali organizzazioni internazionali".

Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, "più che un politico assennato sembra la parodia della sua arroganza che fa Crozza: le sue reazioni stizzite hanno dell'incredibile", è stata la replica di Ambrosoli.

"La sua insolenza è pari solo alla sua sfacciataggine - ha proseguito -. Ma quale credibilità pensa di avere - ha sottolineato - uno che dopo aver governato per un ventennio con la Lega fino a qualche settimana fa ha ostacolato in tutti i modi la candidatura di Maroni, dicendo che non si poteva lasciare il nord in mano leghista, e oggi si augura che a vincere sia Maroni per potersi garantire un posto in questo sistema di potere?".

Secondo Ambrosoli "l'insolenza di Formigoni non ha bisogno di risposte", perché "é il vecchio che si dibatte perché sente che anche la gente che sino a ieri gli era vicina ha bisogno di aria nuova".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid bollettino Lombardia 7 maggio: tutti i dati

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento