La protesta delle maestre: «Tagli alle materne? No, tagli al nostro futuro»

Al convegno sui 130 anni delle Scuole materne comunali, decine di maestre di sono presentate vestite a lutto per protestare contro i tagli della giunta Paroli: "La scuola viene lentamente lasciata morire"

Ieri mattina, le maestre delle Scuole dell’infanzia si sono presentate vestite a lutto al convegno sui 130 anni delle Scuole materne comunali: “Le scelte dell’Amministrazione comunale non ci permettono di fare festa”.

Tutte vestite di nero, al collo cartelli contro una scuola che "viene lasciata morire", hanno inscenato una protesta silenziosa per denunciare ancora una volta che i tagli decisi dalla giunta Paroli sulle scuole comunali mettono a rischio qualità e continuità del servizio.

La protesta è cominciata all’esterno dell’Auditorium San Barnaba, per poi proseguire durante il convegno, dove le maestre sono rimaste in piedi davanti alle poltroncine che le erano state riservate.

La Rappresentanza Sindacale Unitaria ha distribuito un volantino in cui si ribadisce che l´unico criterio di gestione delle materne non può essere quello contabile: "Tagliare sulla scuola dell'infanzia è come tagliare il futuro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento