Politica Centro / Viale del Piave

Viale Piave, Lega: «C'è un architetto del Pd dietro a ogni moschea»

Dopo la decisione del Consiglio di Stato di riaprire la moschea di Viale Piave, la Lega ne approfitta per dare il via alla campagna elettorale per le comunali 2013, attaccando l'opposizione con l'«evergreen» della paura dell'Islam

La Lega Nord cittadina parla di "sconcerto" per la decisione del Consiglio di Stato di sospendere l'ordinanza di Palazzo Loggia che chiudeva il Centro Islamico di Viale Piave.

Molto critico il Segretario Paolo Sabbadini, che attacca l'opposizione per aver accolto positivamente la decisione dei giudici: "Mentre gli esponenti locali del Pd festeggiano per la riapertura della Moschea di Viale Piave, noi della Lega ci stiamo organizzando per cercare di arginare un fenomeno che crea problemi alla comunità locale. L'egregio lavoro svolto dagli esponenti della Lega è stato vanificato da questa sentenza ma noi non demordiamo".


"C'è un architetto del Partito Democratico - continua Sabbadini - dietro al progetto di ogni Moschea che sorge in Città. Qualora fossero i 'democratici' a vincere le elezioni del 2013 i bresciani si preparino ad avere un luogo di culto islamico in ogni quartiere.''

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Piave, Lega: «C'è un architetto del Pd dietro a ogni moschea»

BresciaToday è in caricamento