Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nubifragio, in mezzora è caduta la pioggia di un mese: disastro in via Trieste

 

È stato una mattinata da incubo in centro a Brescia, quella del 24 luglio. Il nubifragio che si è abbattuto sulla città con venti oltre i 100 km orari, in mezzora ha portato la pioggia (70 mm) caduta nel resto del mese di luglio (74 mm, stazione meteorologica di Ghedi). Inevitabili gli allagamenti, tra sottopassi, garage, negozi e cantine, gli interventi dei vigili del fuoco si contano a decine. 

Ad avere la peggio è stata via Trieste, che si è tramutata in un vero e proprio fiume di fango: la corrente ha persino spazzato via fioriere e bidoni della spazzatura in cemento. A finire sott'acqua sono stati i tanti negozi e ristoranti presenti in zona: dalla pavimentazione agli impianti elettrici, si contano danni per migliaia di euro.

Purtroppo non è una novità, si tratta di un problema storico: il terreno è molto basso - era paludoso ed è stato bonificato a fine '600 - e quando inizia a diluviare viene trascinata tutta la sabbia di piazzale Tebaldo Brusato, che tappa velocemente le griglie di scarico. Visto il ripetersi degli allagamenti, tanti commercianti si sono già attrezzati con vetrine e porte a tenuta stagna, ma servirebbero interventi strutturali da parte del Comune.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BresciaToday è in caricamento