Ateneo aperto ma lezioni a distanza: l'università ai tempi della seconda ondata

In attesa di eventuali modifiche del nuovo Dpcm, ecco quanto prevede il Decreto rettoriale per l'Università di Brescia: ateneo aperto ma lezioni ed esami a distanza

Da un paio di giorni ormai niente lezioni in presenza all'Università di Brescia: a seguito di Decreto rettorale firmato il 31 ottobre, e in attesa di eventuali ulteriori disposizioni normative, da lunedì 2 novembre e fino al 29 novembre (compreso) tutte le lezioni e tutti gli esami si svolgono esclusivamente in modalità telematica. 

L'università resterà comunque aperta per consentire l'accesso agli studenti che abbiano difficoltà di collegamento telematico o di altra natura: lo studente potrà seguire le lezioni in aula, anche in assenza del docente in presenza, solo a seguito di prenotazione e registrando il numero di postazione. Gli edifici universitari, almeno per ora, sono aperti dalle 8 alle 18. Questa la sintesi dei provvedimenti.

Lezioni e altre attività didattiche frontali

Le lezioni, le attività didattiche integrative, i seminari e similari sono svolti a distanza. L’Università resta aperta per consentire l’accesso agli studenti che abbiano difficoltà di collegamento telematico o di altra natura. Lo studente in Università potrà seguire le lezioni in aula, anche in assenza del docente in presenza, solo a seguito di prenotazione e registrazione del numero di postazione. Analogamente i docenti potranno usufruire delle aule per le lezioni, garantendo sempre anche la trasmissione a distanza.

Laboratori ed esercitazioni

Le attività di laboratorio didattico e le esercitazioni sono consentite in presenza laddove si possano rispettare i protocolli di sicurezza e di igiene previsti dalla normativa vigente ed in particolare il “Protocollo condiviso” e successive modifiche e integrazioni.

Tirocini e stage (interni ed esterni)

In merito ai tirocini da svolgersi all’interno delle strutture universitarie, i Consigli di Corso di Studio possono consentirne lo svolgimento, ove siano assicurate le distanze minime, con l’obbligo in ogni caso per il tirocinante di rispettare il “Protocollo condiviso” e successive modifiche e integrazioni. Per i tirocini da svolgersi all’esterno delle strutture universitarie, i Consigli di Corso di Studio possono consentirne lo svolgimento a condizione che i soggetti ospitanti assicurino l’applicazione degli stessi protocolli di sicurezza e di igiene previsti dalla normativa vigente.

Tirocini dei corsi di studio di area sanitaria

Premesso che il Dpcm del 24 ottobre prevede che i tirocini delle professioni sanitarie, mediche e odontoiatriche possano proseguire anche in modalità non in presenza e in considerazione della possibile modifica dell’assetto organizzativo delle aziende sanitarie sulle quali essi incidono, ciascun Consiglio di Corso di Studio provvede a stabilire le tipologie di attività da sospendere e quelle a cui dare priorità con modalità mista (in presenza e a distanza). Per quanto riguarda i tirocini di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo e assimilati, resta valido quanto deliberato dal Senato Accademico nella seduta del 25 maggio 2020, delibera n. 91.

Esami di profitto

Gli esami di profitto, a progetto, scritti e orali si svolgono, nel rispetto degli appelli programmati, in modalità telematica.

Esami di laurea

Le sedute di laurea si svolgono esclusivamente in modalità telematica ad eccezione delle prove pratiche dei corsi delle Professioni sanitarie che possono svolgersi in presenza, salvo diversa disposizione del Consiglio di Corso.

Ricevimento studenti

Ciascun docente garantisce il ricevimento studenti a distanza, in base all’orario depositato.

Attività dei medici specializzandi

Sono escluse dalla sospensione le attività dei medici in formazione specialistica e dei corsi di formazione specifica in medicina generale, per le quali tuttavia vanno rispettate rigorosamente le specifiche precauzioni previste dalle Aziende ospitanti e le direttive dei Direttori delle singole scuole.

Cosi di dottorato, di aggiornamento e master

Le lezioni e gli esami dei corsi di dottorato di ricerca, master, corsi di perfezionamento/aggiornamento continuano in modalità mista coma da delibera del Senato Accademico del 21 luglio 2020, n. 126.

Mobilità internazionale

La mobilità internazionale incoming e outgoing degli studenti è sospesa.

Biblioteche

Restano attivi, solo su appuntamento, i servizi di front office per il prestito librario per gli studenti e per il personale universitario, ed è ammessa la consultazione, solo su prenotazione, predisponendo misure di distanziamento idonee atte ad evitare il rischio di prossimità e di aggregazione, nel rispetto del “Protocollo condiviso” e successive modifiche e integrazioni.

Collaborazioni studentesche (150 ore)

È consentito lo svolgimento delle collaborazioni studentesche 150 ore nel rispetto delle condizioni di sicurezza e del “Protocollo condiviso” e successive modifiche e integrazioni.

Attività di volontariato e lauree di area sanitaria

Le attività di volontariato in supporto emergenziale nell’ambito delle strutture sanitarie, svolte dagli studenti del Corso di Laurea magistrale in Medicina e chirurgia e dei Corsi delle professioni sanitarie, opportunamente certificate, sono valutabili in termini di CFU necessari al conseguimento del titolo sulla base di un criterio di conversione tra ore di attività e crediti stabilito dal Consiglio di Corso di Studi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cooking Quiz: sette scuole lombarde in gara, c'è anche un istituto bresciano

  • "Open Afternoon": orientamento online per l'Università di Brescia

  • "Social Media Marketing": corsi gratuiti per gli operatori turistici bresciani

Torna su
BresciaToday è in caricamento