Galimberti: “Brescia città straordinaria, motore economico del Paese”

Il presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio sulla crisi e sul futuro dell'Italia: "Incentivi a fare impresa per creare lavoro e creare sviluppo". Poi su Brescia: "Grazie a città come questa il Paese può ripartire"

CarloVittorio Giovannelli (presidente Mediawatch) e Paolo Galimberti (Confcommercio)

La crisi non è ancora finita, questo è certo, ma esistono delle realtà italiane che possono fare da traino per il rilancio dell’intero Paese. Con un pizzico di orgoglio bresciano abbiamo incontrato Paolo Galimberti, presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio, al termine del primo dei consueti appuntamenti milanesi dedicato alle imprese italiane di successo organizzato dall’Osservatorio Giornalistico Mediawatch. Punti fermi per un futuro di ripresa l’importanza dei giovani e la necessità di crescita: “Credo che i giovani debbano essere incentivati a fare impresa perché sono dei portatori sani di innovazione e di voglia di fare, credono nella ricerca e credono nello sviluppo”.

“Dobbiamo fare in modo di integrarli nel mondo del lavoro perché grazie alla loro visione innovativa del mondo hanno la possibilità di fare vero network tra loro, per cogliere al meglio il valore dell’impresa stessa. Con un’efficace rete di network si potrebbero quindi fare proposte anche a quei mercati lontani dai nostri, quelli dei Paesi in via di sviluppo. E’ ovvio che Paesi che hanno avuto in passato uno sviluppo economico minore oggi abbiano tassi di crescita che non hanno niente a che fare rispetto alle economie occidentali. Ma bisogna fare attenzione: se confrontiamo il Pil pro capite per vedere lo stato di ricchezza vero dei cittadini di tali economie scopriamo che c’è ancora un grande gap rispetto alle nostre”

Il rilancio italiano passa anche dalle riforme strutturali e sistematiche, dal welfare alla sanità, dalla politica al fisco. Ma il rilancio passa anche da qui: “Brescia è una città straordinaria che secondo me ha grandi possibilità di sviluppo. C’è una classe imprenditoriale di ottimo livello, in ogni settore produttivo: io conosco meglio il mio settore di riferimento, quello del commercio, del turismo e dei servizi, ma devo ammettere di aver conosciuto imprenditori e imprese davvero eccellenti. Brescia fa parte di quelle città che sono il motore economico del Paese, e proprio grazie a queste città può partire la ripresa”.

“Il compito di Brescia – continua Galimberti – è quello di guidare, assieme alle altre realtà che compongono il motore economico della penisola, il processo di ripresa dell’Italia stessa. La situazione macroeconomica attuale è ancora critica.. ma sono sicuro, anche se è obiettivamente difficile, che la ripresa è ora davvero possibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ragazza trovata morta al parco: s'indaga per omicidio

Torna su
BresciaToday è in caricamento