Verso la vendita storica azienda bresciana: sarà comprata dagli algerini

Nessuna conferma ufficiale, ma le voci corrono eccome: la multinazionale algerina Cevital pronta ad acquisire anche gli stabilimenti della Leali Steel, a Borgo Valsugana e a Odolo

Il laminatoio di Odolo

Shopping straniero (anche) in terra bresciana. La multinazionale nordafricana Cevital, che fa capo al miliardario algerino Issad Rebrab (il suo patrimonio è di oltre 3 miliardi di dollari) continua a investire nell'acciaio italiano.

Dopo l'acquisizione di parte dell'ex acciaieria Lucchini di Piombino, in Toscana, e che dovrebbe riaprire nel 2019, la Cevital è pronta a investire altri milioni per acquisire le strutture Leali Steel, di proprietà degli svizzeri del gruppo Klesch.

Sono due gli stabilimenti che sarebbero coinvolti nella cessione: l'acciaieria vera e proprio di Borgo Valsugana, in provincia di Trento, e il laminatoio di Odolo in Valsabbia. In tutto si contano ancora 250 addetti.

Un tempo era più di 350. Poi è arrivata la crisi di ristrutturazione, un pezzo alla volta. Adesso un nuovo investimento straniero: i sindacati giustamente esprimono preoccupazione.

Ma l'azienda rassicura: a quanto pare nel progetto Cevital – società fondata nel 1998 e che si occupa davvero di tutto, dalla raffinazione dello zucchero ai pezzi delle automobili – il rilancio dell'ex Lucchini di Piombino si legherebbe a doppio filo con gli stabilimenti trentini e bresciani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di mamma Mara, uccisa a bastonate: aveva una bimba di 5 anni

  • Mara è stata uccisa di notte tra i campi, come il padre nel '93

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento