Domenica, 17 Ottobre 2021
Economia

Maclodio: gli operai della Osalmec dicono addio al premio di risultato

Per la Fiom, che non ha siglato il nuovo accordo sindacale, quanto accaduto "potrebbe aprire una pericolosissima deriva al ribasso delle condizioni salariali dei lavoratori"

La ditta Osalmec srl fonderia di Maclodio, operante nella produzione di billette e panetti di alluminio, e la Metal star srl, con sede in provincia di Bergamo, hanno comunicato all'inizio del mese di settembre l'apertura della procedura per affitto d'azienda.

Ai sensi della legge, tutti i lavoratori passano da Osalmec a Metal Star senza soluzione di continuità, con l'applicazione di tutti i trattamenti normativi e salariali previsti dagli accordi vigenti.

L'accordo sindacale, sottoscritto dalle due società e dalla Fim Cisl, prevede che ai lavoratori non sia erogato per due anni, dal 1 luglio 2012, il premio di risultato nella sua parte fissa, pari a 2226,32 euro annui, e che lo stesso premio sia ridiscusso alla fine dei 24 mesi, legandolo di fatto all'andamento aziendale.

La Fiom non ha sottoscritto l'accordo e ha consegnato una lettera alle due società diffidandole dal non applicare integralmente gli accordi collettivi vigenti.

"Riteniamo molto grave - si legge in un comunicato - quanto accaduto in questa vicenda, infatti, ai lavoratori vengono tolti immediatamente oltre 4450 euro e successivamente non viene loro garantito l'erogazione di un premio che ad oggi portava agli stessi una quota economica certa di 2226 euro annui".

"Siamo perciò di fronte ad un accordo sindacale - conclude la nota - che abbassa il salario di circa il 10% all'anno e che potrebbe aprire una pericolosissima deriva al ribasso delle condizioni salariali dei lavoratori che già scontano un arretramento di carattere economico dichiarato anche da più soggetti istituzionali".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maclodio: gli operai della Osalmec dicono addio al premio di risultato

BresciaToday è in caricamento