Economia

L'azienda ha deciso, partite le lettere di mobilità: 70 i lavoratori a rischio

Allarme rosso alla Richiedei di Gussago: sarebbero almeno 70 i lavoratori a rischio esubero. In queste ore la dirigenza avrebbe già inviato le lettere per l'avvio di procedura di mobilità

“Come sempre tocca a noi pagare il conto, dopo il fallimento della politica locale e regionale: lavoratori e organizzazioni sindacali”. Così in una nota congiunta le tre sigle dei sindacati confederali (Cgil, Cisl e Uil) a seguito dell'avvio della procedura di esuberi (in tutto una settantina di lavoratori) per i dipdendenti della Richiedei di Gussago.

Il consiglio di amministrazione dell'azienda avrebbe confermato il trasferimento di due reparti (Medicina e Riabilitazione) a Montichiari e Gardone Valtrompia. E intanto questa mattina dovrebbero essere già “partite” le lettera per l'apertura della procedura di mobilità per 70 lavoratori, di tutti i settori e di tutte le figure professionali, sia interinali che a tempo indeterminato.

“Il trasferimento comporta una notevole riduzione sia delle attività che degli introiti – scrivono i sindacati – a fronte anche di una mancata decisione a livello regionale sui progetti avanzati dalla Direzione. Entro sette giorni dal ricevimento della lettera il sindacato chiederà l'apertura di un tavolo di contrattazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'azienda ha deciso, partite le lettere di mobilità: 70 i lavoratori a rischio

BresciaToday è in caricamento