Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Errecom: un’azienda bresciana alla conquista del Middle East

Luca Ronga, Ceo Errecom, spiega i prodotti al Dipartimento di Polizia di Dubai

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Si conferma anche quest'anno la partecipazione di Errecom Srl ad Automechanika Dubai.

Azienda leader nel settore chimico applicato al mondo dell'automotive, aria condizionata e refrigerazione, Errecom ha preso parte al principale appuntamento del Sud Est asiatico del settore Aftermarket con uno stand in collaborazione con la Camera di Commercio di Brescia.

Posizionati nell'Italian Pavillon, i collaboratori Errecom hanno siglato importanti nuove collaborazioni, che daranno vita ad uno sviluppo significativo dell'area araba.

Tra i momenti di maggior rilievo, si annovera l'incontro con i principali rappresentanti del Dipartimento di Polizia di Dubai e di Emirates Transport, che hanno prolungato l'accordo con Errecom per la fornitura dei prodotti di punta dell'azienda bresciana.

Due tra le principali istituzioni della città di Dubai cureranno i propri sistemi di condizionamento con prodotti 100% Made in Brescia: una conferma, questa, che incrementa la consapevolezza di poter arrivare ovunque nel mondo. Con un obiettivo ben chiaro: esportare la qualità del Made in Italy, in un settore così tecnico e complesso come quello in cui Errecom opera.

Da dove nasce il business con Dubai Police Department ed Emirates Transport?

"Quando nel 2015 Dubai ha sottoscritto il progetto Clean Energy Strategy 2050, abbiamo capito che anche il Middle East si stava realmente muovendo in un'ottica green. L'intuizione è venuta leggendo l'articolo di un giornale: il meltin' pot del lusso e dello sfarzo avrebbe da lì a poco cambiato pelle e questo lo delineava chiaramente come il nostro nuovo Blue Ocean, un mercato da sfondare e su cui investire" afferma Luca Ronga, CEO Errecom.

Il management aziendale si avvale da sempre di un team multietnico: le differenze in termini linguistici, culturali e di background sono una ricchezza per una realtà che mira sempre più alla produzione mondiale, come dimostra lo stesso fatturato che negli ultimi cinque anni ha registrato una crescita costante. Con l'apertura del mercato del Medio Oriente la necessità è stata quindi quella di introdurre nello staff una risorsa che fosse del posto e che ne conoscesse dettami ed equilibri.

Grazie alla tempestività di questa scelta imprenditoriale, Errecom è stata in grado di stabilire legami commerciali importanti e fruttuosi: "Abbiamo individuato dei partners validi e attivi sul territorio, a cui abbiamo affidato la commercializzazione di alcuni nostri prodotti. Nel giro di poco siamo arrivati a due istituzioni fondamentali, quali appunto il Dipartimento di Polizia di Dubai e l'Azienda di Trasporti. Questi hanno confermato un interesse incredibile nei confronti dei nostri prodotti, di Cool-Shot in particolare", spiega Luca Ronga. A Dubai, dove i condizionatori funzionano 365 giorni all'anno, in condizioni esterne che arrivano anche ai 50°C nei mesi estivi, Cool-Shot si è rivelato un vero "toccasana".

La case-history in questione è curiosa: "In uno dei primi incontri, quasi per caso, un nostro commerciale ha iniettato il prodotto all'interno del sistema di una volante della polizia, per mostrarne il facile funzionamento: nel giro di pochi minuti, Cool-Shot è stato in grado di abbassare la temperatura dell'aria prodotta dall'impianto di climatizzazione di circa 5°C. Vi lascio immaginare le reazioni!", approfondisce il CEO di Errecom.

La possibilità di ripristinare al meglio le condizioni del sistema di condizionamento, senza dover necessariamente fare grossi (e dispendiosi) interventi sulla vettura è stata interpretata come un'immensa possibilità da parte del dipartimento. Con un solo prodotto si è infatti stati in grado di riportare il condizionatore dell'auto alle sue performance originali e, quindi, aumentare notevolmente la funzionalità dello stesso, ridurre le emissioni di CO2, risparmiare sulla manutenzione della vettura. Plus, questi, che hanno ovviamente lasciato il segno e che si prestano a sfondare un mercato che è, per definizione, ancora tutto in divenire.

Proprio per questo Errecom ha molto creduto nella propria partecipazione ad Automechanika Dubai: le fiere, per un settore come quello dell'Automotive Aftermarket, rappresentano ancora oggi un buon trampolino di lancio. E l'edizione di Dubai ne è stata il giro di boa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Errecom: un’azienda bresciana alla conquista del Middle East

BresciaToday è in caricamento