Brescia: seconda edizione della Management Academy di Maw

Al via la seconda edizione del percorso formativo per imprenditori, Ad e Hr organizzata dalla società di formazione del Gruppo Maw

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Il percorso di Management Academy ForMaw la società di formazione del gruppo MawMen At Work Spa, riprende il 16 settembre in una rinnovata seconda edizione studiata in otto giornate formative e dedicata ad amministratori delegati, top manager e HR manager. Obiettivo: mostrare ai partecipanti come trovare le migliori modalità di gestione delle proprie risorse umane, rendendole protagoniste di azioni di successo per affrontare le sfide del cambiamento in atto nel mondo del lavoro. Nell’ambito dell’emergenza sanitaria, tuttora in atto, le sfide quotidiane già note alle imprese sono rivoluzionate in termini di processi, strategie e competenze che oggi vanno ripensate fino al punto di mettere in discussione, in alcuni casi, la stessa mission delle aziende.

Le imprese sono, infatti, chiamate oggi a fronteggiare un grande disallineamento fra le competenze richieste e quelle disponibili. A mancare sono soprattutto i profili tecnici e i pochi disponibili sono fortemente contesi dalle imprese. “Il cambiamento in corso è così ampio e veloce da rendere difficile prevedere quali modelli di business avranno maggior successo, quali competenze diventeranno necessarie e come dotare le persone di queste competenze – spiega Francesco Turrini, amministratore delegato di Maw – Per continuare a crescere anche in un contesto di profondo cambiamento come quello di oggi, le aziende hanno bisogno di poter contare su una squadra di «persone fantastiche»: è nelle situazioni più difficili come quella attuale che diventano primarie la qualità delle persone in azienda, la loro passione e motivazione, la capacità di crescere e di innovare, ma anche di rispettare una modalità operativa. Il processo con cui gestire la complessità del contesto attuale deve partire subito, perché queste persone non ‘si trovano’, ‘si costruiscono’.

Solo le organizzazioni composte da «persone fantastiche» riusciranno a innovarsi per anticipare o reagire al cambiamento. In questo senso l’Academy rappresenta un’occasione unica e imperdibile. – prosegue Turrini - Da più di vent'anni Maw aiuta le aziende a vincere grazie proprio alle persone e il modello costruito con Formaw è frutto della nostra quotidiana gestione in ambito HR di più di 3.000 aziende clienti e di 25.000 lavoratori”. Per riuscire ad aggiudicarsi i pochi profili disponibili già formati, per riuscire a trovare i talenti di cui hanno bisogno, anche in mancanza delle competenze tecniche richieste, e per non perdere i profili su cui hanno investito in formazione e crescita, le aziende hanno bisogno di adottare un approccio differente da applicare nella ricerca e nella gestione delle proprie risorse umane.

L’Academy Formaw permetterà ai partecipanti di acquisire la nuova vision per ri-definire e ri-disegnare la propria organizzazione e le migliori metodologie di gestione del capitale umano al fine di “avere i migliori in azienda”, renderli operativi, creare e mantenere motivazione e generare attaccamento. Nella prima edizione della Management Academy, svoltasi a Brescia nel 2019, sono stati oltre 80 gli imprenditori e manager che hanno valutato positivamente il percorso formativo con un punteggio medio di 9,34 su una scala da 1 a 10 comprovando un reale successo del progetto sin dalla sua nascita. Quest’anno la sede resta invariata così come l’attenzione verso il corpo docenti: oltre ai formatori Maw, infatti, in ogni modulo è prevista la partecipazione di imprenditori e professionisti di spicco del territorio nel ruolo di relatori. Fra gli altri: Francesco Turrini, ad di Maw a fare gli onori di casa e a introdurre il tema generale del percorso formativo; Paolo Tubertini – Ceo di Olon – che racconterà la storia della sua azienda e le modalità di successo adottate nella gestione delle risorse umane; Rosanna Gallo – Professor al Master Human Resources della SUPSI – che spiegherà come diventare dream manager, ovvero manager capaci di aiutare aziende e persone a realizzare i propri sogni - e Massimo Temporelli – presidente e co-founder di The Fab-Lab, imprenditore e speaker - che analizzerà il tema della creatività intesa come soft skill fra le più utili nel contesto attuale e in ambito innovazione.

Il programma Il percorso è incentrato su quattro filoni che includono tematiche e argomenti cruciali per raggiungere l’obiettivo finale: • attrarre i talenti attraverso la costruzione del sogno aziendale • riconoscere e aggiudicarsi i profili migliori • svilupparne il potenziale e farli crescere • trattenerli in azienda, generando attaccamento. I moduli, frequentabili anche separatamente, saranno suddivisi in incontri bisettimanali; le giornate dalla 3 alla 8 saranno frequentabili anche da remoto. Le prime due giornate saranno dedicate a imprenditori e amministratori delegati con focus sulle tecniche per comprendere come costruire il sogno di un’azienda, inteso come il quadro di un futuro da realizzare con la propria squadra, e ingaggiare le persone, vero driver di successo. La terza e quarta giornata vedranno coinvolti, invece, gli HR manager ai quali i formatori ForMAW illustraranno come riconoscere, aggiudicarsi e far crescere i talenti con particolare focus sul processo di acquisizione attraverso i mezzi digitali. Infine, le ultime quattro giornate approfondiranno con i manager temi quali la leadership, la creatività, l’innovazione e il coaching.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento