Confesercenti Brescia: "Troppe sagre, almeno regolamentatele"

Nella nostra provincia sono arrivate a quota 1.612. L'associazione non chiede di limitarle, ma quantomeno il rispetto delle norme d'igiene e delle regole fiscali

Arriva l'estate, e Confesercenti Brescia torna a puntare il dito contro il proliferare incontrollato di sagre e feste, arrivate quest'anno nella nostra provincia a quota 1.612, pari a un totale di 5.974 giornate.

L'associazione non ne chiede una riduzione o una limitazione, ma "almeno il rispetto delle normative a cui devono sottostare gli esercenti", sia in termini fiscali che sotto l'aspetto igienico-sanitario.

Il j'accuse è rivolto non ai numerosi enti di beneficenza o associazioni di volontariato che promuovono queste iniziative, ma soprattutto a quei privati che organizzano eventi denominandoli, senza che niente glielo vieti, "festa della birra", "sagra del pesce" o simili.

Questa forma di "abusivismo", spiega la Fiepet (Federazione italiana esercenti pubblici e turistici), "in tre giorni incassa il 20% del guadagno di un ristorante". Insomma, c'è la crisi e i soldi da spartirsi son pochi. Se proprio devono guadagnare, che almeno "paghino le nostre tasse e rispettino le normative".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento