Brescia: il 14% di donne presenti nei Consigli di amministrazione

La situazione delle donne bresciane e lombarde nei Consigli di amministrazione: nuovo studio della Ria&Partners

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

L'ufficio studi della Ria & Partners, member firm in Italia di Grant Thornton International, ha analizzato la presenza femminile tra i componenti dei Consigli di amministrazione delle medie imprese lombarde, con fatturato compreso tra 30 e 500 milioni di euro, elaborati su dati AIDA - Bureau Van Dijk.

Dallo studio emerge che in Lombardia la presenza femminile nei Consigli di Amministrazione è pari al 12%. Analizzando la presenza femminile per classi di fatturato delle aziende si nota che la presenza è maggiore (13%) nelle aziende con un fatturato compreso tra i 30 e 100 milioni di euro.

A livello provinciale Mantova con il 18% di donne presenti nei consigli di amministrazione risulta essere la più virtuosa. Segue la provincia di Lecco (17%); Cremona, Sondrio e Varese (16%); Como (15%); Brescia (14%); Lodi (13%); Bergamo (12%); Milano e Moza Brianza (11%); chiude la classifica Pavia ferma al 9%.

La principale carica ricoperta dalla donne nei consigli di amministrazione lombardi è quella di vice presidente (17%), seguita da quello di consigliere delegato (14%) e consigliere semplice (13%).

Torna su
BresciaToday è in caricamento