Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Valsabbina: impennata degli impieghi, 600 milioni a famiglie e imprese

Il bilancio del 2017 mostra un ottimo andamento delle masse amministrative: raccolta, risparmio gestito e impieghi. Tutte le tre voci sono in netta crescita. Risultato di esercizio negativo, ma crescono clientela e il numero delle filiali

Nonostante il risultato di esercizio negativo, chiusura d'esercizio che guarda al futuro con ottimismo per Banca Valsabbina, soprattutto per quanto riguarda l'andamento delle masse amministrative: le voci che riguardano la raccolta, il risparmio gestito e gli impieghi sono tutte in significativa crescita. 

Gli impieghi sono pari ad euro 3.040 milioni, evidenziando un’importante crescita di ben il 10,1 % rispetto al 2016. Le erogazioni complessive a medio termine di tutto il 2017, a famiglie e imprese del territorio, hanno sfiorato i 600 milioni, un record nella storia della banca. Bene anche la raccolta indiretta che si attesta a quota 1.691 milioni di euro, in crescita del 13,9% rispetto all’esercizio precedente. Un aumento che si deve al positivo andamento delle sottoscrizioni di fondi comuni (+ 23,6%) e della raccolta assicurativa (+ 19,5%). Il risparmio gestito ammonta così a 982 milioni di euro.

L'analisi del bilancio 2017 dell'istituto presieduto da Renato Barbieri e guidato da Tonino Fornari mostra anche un notevole incremento della base di clientela: il numero dei conti correnti è in sensibile aumento (+7%) passando da 74.212 a 79.527. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valsabbina: impennata degli impieghi, 600 milioni a famiglie e imprese

BresciaToday è in caricamento