rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024

Botte, insulti e sporcizia: orrore in una residenza per disabili

Gravi accuse a 5 operatori sociosanitari

Nei giorni scorsi, i carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Brescia hanno eseguito la misura cautelare del "divieto di avvicinamento alle persone offese", nei confronti di 5 operatori sociosanitari di una residenza cittadina per persone disabili: sono tutti accusati del reato di maltrattamento, aggravato "poiché commesso nei confronti di persone affette da disabilità fisiche e psichiche evidenti", spiegano i militari.

Il provvedimento è stato emesso dal gip di Brescia su richiesta della Procura della Repubblica (che ha coordinato le indagini), al termine delle investigazioni condotte dai carabinieri, per le quali sono state utilizzate anche telecamere appositamente nascoste nella struttura.

Le immagini registrate hanno consentito di documentare circa 80 episodi di violenza – soprattutto fisica, ma anche morale – frutto di ingiurie e umiliazioni ad opera degli indagati. Gravi anche i casi di noncuranza: le operazioni di igiene talvolta erano volutamente evitate e rimandate anche di giorni.

Si parla di

Video popolari

Botte, insulti e sporcizia: orrore in una residenza per disabili

BresciaToday è in caricamento