blog

Adro, arresto sindaco Lancini: le intercettazioni telefoniche

Il responsabile dell'area tecnica comunale al primo cittadino leghista: "Ci sono qui i carabinieri, vogliono le delibere che non ci sono"

Dagli atti dell'inchiesta che ha portato agli arresti domiciliari il sindaco di Adro, Oscar Lancini, emergono, per gli inquirenti, "illuminanti reazioni telefoniche scaturite" dall'arrivo dei carabinieri di Brescia che in Comune, lo scorso 10 aprile, avevano chiesto le delibere che autorizzavano i lavori per l'area feste, al centro del procedimento. Delibere che non furono trovate se non il giorno dopo e retrodatate.

SCORIE TOSSICHE, PECULATO E VILIPENDIO AL CAPO DELLO STATO: L'EPOPEA OSCAR LACINI

E' il responsabile dell'area tecnica comunale, Leonardo Rossi, allarmato, a chiamare alle 9,59 il sindaco Lancini.
Rossi: Sei qui in giro tu?
Lancini: Sì! ... Perché?
R: No, ... incomprensibile ... Procura mica Procura, carabinieri ... incomprensibile ... qui in comune
L: Per cosa?
R: Immaginati
L: Ah! ... "pota" va bene, abbiamo tutto ... cosa c'è, che problemi ci sono?
R: No, sono qua ad acquisire le delibere che non ci sono, il coso ... che non sono fatte ... puoi fare un salto, vieni giù?...
L: come, come non ci sono mica scusa, non ce l'ha mica il segretario?
R: Non lo so io se ce l'ha pronte o no. Sono già passati anche di lì ... perché mi hanno detto che sono già passati di lì. Quindi penso che siano stati lì all'Area Feste.
L: Uhm, uhm, uhm ... non so niente. Arrivo, arrivo ... "pota" vengo lì.
R: No, non ti hanno mica cercato, però forse è meglio che ... incomprensibile ... perché ho qui una, una squadra ...
L: Ascolta me, ma ... se le ha il segretario le delibere, non sono mica lì, eh?! Cosa fai cosa?
R: Eh, no loro battono il tasto che dicono, come la delibera? Non c'è l'inizio, non c'è qui l'inizio lavori, non c'è qui il coso della ditta...
L: Come l'inizio lavori non c'è mica, c'è!
R: Non c'è una delibera con l'inizio lavori della ditta che ha iniziato, che ha cominciato, non c'è una delibera, non lo so mica, gli ho detto, sono in corso ... "Eh, ma come fa quello là a sapere che avete fatto la delibera che non c'è ancora ... come fa a sapere che..."

Per il pm Silvia Bonardi "è chiaro quindi che la delibera di giunta n. 46 non esiste (ad affermarlo è la persona più autorevole, ovvero il dirigente dell'ufficio tecnico) ed a poco vale l'osservazione del sindaco, quando afferma fittiziamente che le delibere le ha il segretario, come se si trattasse di un atto privato, non soggetto ad alcuna formalità e deposito".


"Nel prosieguo Lancini - annota il magistrato - compreso il motivo della presenza dei Carabinieri in Comune, insiste sul fatto che le delibere sono nel possesso del segretario comunale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adro, arresto sindaco Lancini: le intercettazioni telefoniche

BresciaToday è in caricamento