Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport Mompiano

Brescia-Sassuolo, le pagelle. Lampi di classe al Rigamonti

Che partita per Saba e Daprelà, ottima prova complessiva dei ragazzi di Calori. Il mister invece si merita un 8 pieno, per il coraggio e per le intuizioni

Arcari 6: Impegnato poco oggi, strano. Mi pareva di aver sentito di una certa capolista al Rigamonti..

Zambelli 7: Coraggioso e instancabile capitano, gioco d’attesa in vista di un secondo tempo che sarà migliore, e lui che ce la mette tutta e a tutto campo, da sinistra e destra, e mi sono segnato anche un paio di millimetrici lanci.

De Maio 6,5: Paralizzato da Boakye decide allora di prendere le misure del gioco avversario, e di alzare un po’ i gomiti. Nel finale di primo tempo si fa vedere anche in attacco, con una mezza girata.

Salamon 6: Anche lui un po’ indietro in occasione del vantaggio ospite, copre su più fronti le insidie del tridente modenese. Alla mezzora della ripresa, forse annebbiato dalla fatica, prova un’improbabile conclusione da una cinquantina di metri.

Stovini 5,5: Paga il ritmo alto delle punte in maglia Sassuolo, in accordo con Calori lascia il campo dopo ’45. Al suo posto Bouy 6, nel modulo che cambia lui si trova proprio bene, qualche passaggio di proposta e un bel sinistro deviato in corner.

Daprelà 7,5: Come al solito esterno di centrocampo, come al solito terzino sinistro. Qualunque siano ruolo e posizione le sue falcate inarrestabili sono un cruccio per ogni passato e futuro avversario. Troppe voci lo vogliono vicino alla Serie A.

Budel 7: Organizzatore minuzioso di spazi e palloni, il pittore del centrocampo in biancoblu con qualche guizzo da gran giocatore. Spesso padrone là in mezzo, dopo un paio di lanci ci prova anche di sinistro, bravissimo Pomini.

Lasik 5,5: Troppo anonimo, e per troppi minuti. Quando siamo agli sgoccioli ci prova da fuori, ancora Pomini.

Saba 7,5: Il simbolo della sua gara è un colpo di tacco smarcante alla metà del secondo tempo. Prima e dopo ecco il bel calcio, in mezzo alle botte dei modenesi la sua classe emerge sopraffina, che giocatore e che prospettive.

Caraccolo 6,5: Al rientro dopo tre gare viene lasciato libero di spaziare, e di crearsi le azioni da solo. Grandi agganci e grandi sponde, tanti cross e tanti recuperi. Ma in mezzo all’area avremmo preferito lui. Al suo posto Scaglia sv

Corvia 6,5: Molto mobile, fa la prima punta vera. Il pareggio è tutto merito suo: alza il braccio quanto basta per tener buono Pomini, con le spalle alla porta segna un po’ di tacco e un po’ di esterno. Al suo posto Picci sv

Calori 8: Coraggioso nelle scelte iniziali conferma il tridente annunciato alla vigilia. Dopo un primo tempo un po’ così cambia modulo e uomini, difesa a quattro e centrocampo a tre per contenere l’estro e la potenza dei duttili avversari. Intuizione geniale, il Brescia diventa padrone del campo.

SASSUOLO: Pomini 7,5, Gazzola 6, Bianco 5,5, Terranova 5,5, Longhi 6, Chibsah 6,5, Magnanelli 6, Missiroli 5, Berardi 6 (’70 Bianchi sv), Boakye 7 (’78 Pavoletti sv), Catellani 6,5 (’63 Troianiello sv). All. Di Francesco 6

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia-Sassuolo, le pagelle. Lampi di classe al Rigamonti

BresciaToday è in caricamento