Sport

Va in arresto cardiaco, poi lo schianto con la moto: è ancora grave in ospedale

Migliorano, ma restano gravi, le condizioni di Andrea Pilatti, il 53enne di Vezza d'Oglio che domenica pomeriggio si è sentito male in pista a Sonico: è ricoverato in prognosi riservata al Civile

Si è sentito male domenica pomeriggio in pista: le sue condizioni sono ancora gravi ma si sarebbero stabilizzate. Sarebbe stato colto da un improvviso arresto cardiaco il 53enne camuno Andrea Pilatti, noto motociclista di Vezza d'Oglio che domenica sulla pista di Sonico, vicino al Ponte Dazza, è improvvisamente stramazzato a terra mentre era in sella alla sua moto da cross.

Una scena che ha lasciato senza parole i numerosi presenti: Pilatti (a quanto pare in sella a una Yamaha) è finito a terra dopo una curva, mollando il manubrio e cadendo rovinosamente sulla pista. Il 53enne giaceva a terra, esanime: fortunatamente i volontari addetti alla pista gli hanno praticato il massaggio cardiaco, in attesa dell'arrivo dei soccorsi.

L'allarme al 112 è stato lanciato in codice rosso: sul posto è arrivata prima l'automedica, per stabilizzare il ferito, e poi l'eliambulanza che ha provveduto al trasporto in ospedale. Pilatti è ancora ricoverato al Civile: seppure siano trapelate buone notizie sul suo presunto miglioramento, i medici si sono comunque riservati la prognosi.

Potrebbe essere stata una congestione a scatenare l'improvviso malore. Prima di saltare in sella, infatti, Pilatti avrebbe detto ai suoi amici di non sentirsi troppo in forma, accusando qualche fastidio allo stomaco, dopo aver mangiato della frutta (forse una banana) troppo velocemente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va in arresto cardiaco, poi lo schianto con la moto: è ancora grave in ospedale

BresciaToday è in caricamento