social

Viaggio nel "paese dipinto": un museo a cielo aperto dopo il lockdown

Appena oltre il confine bresciano si trova il piccolo Comune di Calcio, il “paese dipinto”: un viaggio in un museo a cielo aperto con 47 murales

“La raccolta del grano”, 2002

In quel della Bassa, appena oltre il confine di Urago d'Oglio e affacciato sulle rive del celebre fiume, si trova il piccolo Comune bergamasco di Calcio, poco meno di 5.500 abitanti in una quindicina di chilometri quadrati: non tutti sanno che si tratta di uno dei pochi “paesi dipinti”, ovvero i borghi in cui artisti più o meno famosi hanno lasciato le loro opere sui muri di case, palazzi e monumenti. 

A pochi giorni dalla fine del lockdown, anche per rispondere alla crisi del Coronavirus, l'amministrazione comunale ha deciso di trasformare le vie e le piazze del paese in una vera e propria galleria d'arte a cielo aperto, visitabile in autonomia e in piena sicurezza durante questo particolare periodo. 

Un museo a cielo aperto con 47 murales

I pittori e gli artisti di Calcio sono stati i più genuini interpreti della storia del loro paese e delle tradizioni della loro comunità, rievocando momenti legati alle profonde tradizioni dei lavoro avi: anche gli altri, seppure non autoctoni, ne hanno comunque colto gli aspetti più significativi. 

La singolare esposizione a cielo aperto si compone di 47 murales, realizzati negli anni sia da artisti di calibro nazionale e internazionale (Bodini, Faini, Repossi, Migliaccio, Longaretti, Dragoni, Boni, Baggi, Gritti) sia da Accademie delle Belle Arti (Barcellona, Brescia, Sassari, Brera, Birmingham, Vienna) sia da pittori calcensi.

Un viaggio a ritroso tra immagini e colori che parte dai pastori che svernano lungo le rive dell'Oglio, poi la vita agricola e rurale, le antiche processioni del santo patrono, la costruzione del primo ponte sul fiume, la ferrovia, i mulini e la prima illuminazione a petrolio. Ci sono opere in ceramica e in legno, ma soprattutto colpiscono i giganteschi dipinti sui muri che vivacizzano le strade del centro.

La mappa: tutte le tappe del percorso

Come detto, i muri dipinti che adornano tutto il territorio comunale sono sempre visitabili in autonomia: nella sezione dedicata del sito web del Comune sono a disposizione dei visitatori la cartina per il percorso, le schede scaricabili di ogni opera e altro ancora. Per ulteriori informazioni è possibile contattare via mail direttamente la Pro Loco (prolococalciana@gmail.com) oppure il municipio (info@comune.calcio.bg.it). Il Comune di Calcio, ricordiamo, fa parte dell'Assipad, l'Associazione italiana paesi dipinti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio nel "paese dipinto": un museo a cielo aperto dopo il lockdown

BresciaToday è in caricamento