rotate-mobile
social Rezzato

Guida alle migliori pizzerie d'Italia: due sono bresciane

Volti noti della ristorazione bresciana

Quattro tra le prime cinque sono di Napoli o della Campania, sei nelle prime dieci come (forse) è giusto che sia: ma splendono due stelle bresciane nella Top 100 delle migliori pizzerie d'Italia stilata come ogni anno da 50 Top Pizza, la guida tra le più influenti del settore ideata e curata da Barbara Guerra, Albert Sapere e Luciano Pignataro. Volti noti della pizza nostrana: al 20mo posto La Cascina dei Sapori di Rezzato, guidata da Antonio Pappalardo, al 63mo Sirani di Bagnolo Mella, capitanata da Nerio Beghi.

Le 10 migliori pizzerie d'Italia

Comunque un buon risultato nella graduatoria nazionale che, per il quarto anno consecutivo, ha confermato al top nella penisola la pizzeria I Masanielli di Catania, guidata da Francesco Martucci: al secondo posto 50 Kalò di Ciro Salvo e a completare il podio 10 Diego Vitagliano Pizzeria, entrambi di Napoli. Un pizzico di Nord Italia al quarto posto con la pizzeria I Tigli di San Bonifacio (Verona), poi ancora Napoli con il locale di Francesco e Salvatore Salvo, al quinto posto, Seu Pizza Illuminati di Roma (al sesto), La Notizia 94 (Napoli), 180g Pizzeria Romana (Roma), Dry Milano al nono e Cambia-Menti di Ciccio Vitiello (Caserta) al decimo posto.

Le Pizzerie Top e le Grandi Pizzerie

La guida raccoglie più di 500 insegne divise in Pizzerie Top (le prime 50), Grandi Pizzerie (dalla posizione 51 alla 100), Pizzerie Eccellenti e Pizze in Viaggio (da taglio e da asporto). Tra le prime 100 pizzerie svetta inevitabilmente la Campania, con 30 insegne: al secondo posto il Lazio con 13 locali, che batte di poco la Lombardia, ferma a quota 12 (tra cui due bresciane: La Cascina dei Sapori tra le Pizzerie Top, Sirani tra le Grandi Pizzerie). A seguire Toscana (10), Puglia e Veneto (5), Piemonte e Sardegna (4), Sicilia (3), Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Liguria e Marche (2), infine Calabria, Molise, Trentino Alto Adige e Puglia con una pizzeria in classifica per ciascuna regione.

Per la cronaca, il premio di Pizzaiolo dell'anno è stato consegnato a Jacopo Mercurio di 180g Pizzeria Romana, mentre il premio alla Pizza dell'anno è per "Recensione negativa", creazione di Ciccio Vitiello per il locale Cambia-Menti. Si segnala infine il 14mo posto di Pepe in Grani, pizzeria di Caiazzo (Caserta) gestita da Franco Pepe, che ricordiamo si occupa delle pizze anche per La Filiale, il chiosco spin-off dell'Albereta di Erbusco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida alle migliori pizzerie d'Italia: due sono bresciane

BresciaToday è in caricamento