menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Multe e tasse non pagate: per il Comune un 'buco' da 7 milioni di euro

Tasse, multe e tributi: il fondo crediti di dubbia esigibilità supera quota 7 milioni di euro. Il Comune prepara una “campagna” di recupero con una nuova agenzia di riscossione

Ci sono le multe, tante multe. Ma anche la tasse, le imposte, i tributi: insomma l'Imu, la Tari, qualche arretrato qua e là. Sono soldi che il Comune avrebbe dovuto incassare e invece non ha ancora incassato: in tutto fanno oltre 7 milioni di euro. Questo è a quanto ammonta il fondo crediti di dubbia esigibilità del Comune di Lonato.

Lo scrive il Giornale di Brescia a margine della seduta consiliare in cui è stato approvato il bilancio consuntivo dello scorso anno, il rendiconto di gestione del 2017. All'appello mancano quei soldi, tanti soldi: crediti che appunto si sono accumulati negli anni, e che si riferiscono al non pagato di multe e sanzioni, tributi amministrativi e statali.

In gergo tecnico, sono le cosiddette entrate di “dubbia e difficile esazione”: la legge vieta l'accertamento in cassa, e dunque è obbligatorio effettuare un accantonamento al fondo crediti di dubbia esigibilità, a cui viene vincolata anche una quota del risultato di amministrazione.

Lotta dura agli evasori, annunciano dal municipio: entro la fine dell'anno anche il Comune di Lonato predisporrà una gara per selezionare un nuovo “gestore” per il recupero dei crediti. Dal 2019 invece è previsto un potenziamento dell'organico dell'Ufficio tributi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento