Salvini (Lega) insultato a Napoli: "Buffone, lavati col fuoco"

Il segretario milanese federale della Lega Nord Matteo Salvini è stato pesantemente contestato a Napoli, dove avrebbe dovuto tenere un comizio martedì 6 maggio

Salvini nel 'tour' in Meridione (da Fb)

Il segretario milanese federale della Lega Nord Matteo Salvini è stato pesantemente contestato a Napoli, dove avrebbe dovuto tenere un comizio martedì 6 maggio. Un gruppo di napoletani ha urlato contro di lui "buffone, vattene, lavati con il fuoco" e altri epiteti poco ripetibili.

Dopo aver risposto ad alcune domande dei cronisti, Salvini è risalito in auto ed è andato via senza tenere l'intervento in piazza Carlo III. Alcuni dei contestatori hanno mostrato bandiere del Regno delle Due Sicilie.

LA RICOSTRUZIONE - Salvini era arrivato nella piazza intorno alle 12, orario previsto per un incontro con i cittadini in vista delle elezioni europee del 25 maggio, per le quali la Lega ha presentato una lista anche nella circoscrizione Italia meridionale. Dopo alcuni momenti di tensione, Salvini è entrato in un'auto con lampeggiante e ha lasciato la piazza. La presenza dei poliziotti ha impedito un contatto fisico tra Salvini e i manifestanti.

SALVINI SU FACEBOOK - "Peccato che a Napoli, e solo a Napoli, un gruppo di VIOLENTI non abbia permesso ai cittadini perbene di incontrare la Lega. Per qualcuno è più importante il TIFO da stadio, che non il LAVORO. Io a Napoli ci tornerò, per rispetto delle centinaia di NAPOLETANI PERBENE che stanno firmando i nostri referendum, e sono stufi di una politica cittadina incapace, della camorra e della disoccupazione. La violenza non deve MAI prevalere sulle idee".

CONTESTAZIONI ANCHE A SALERNO - "Noi non puzziamo. Chiedi scusa al Sud! Prima di venire qui fatti il vaccino”. Contestazioni a Salerno per Salvini questa mattina in piazza Portanova per salutare i militanti del partito impegnati nella petizione per i referendum contro l’immigrazione clandestina e per la cancellazione della legge Fornero. Simile l'accoglienza del leader del Carroccio ricevuta appena un'ora prima a Battipaglia: ad attaccarlo con slogan e insulti, dunque, esponenti del movimento Meridionalisti Democratici. Nonostante le contestazioni, sedate dalla Digos, ad ogni modo, Salvini si è detto soddisfatto in quanto in piazza a Salerno sono state superate 50 firme in un'ora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento