menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Regione assegna i primi 300 mila euro per sostenere le donne vittime di violenza

È stata liquidata la prima quota di 290.301 euro, su un totale di 414.716 euro di finanziamenti,

È stata liquidata la prima quota di 290.301 euro, su un totale di 414.716 euro di finanziamenti,
finalizzati a garantire i servizi di presa in carico e ospitalità delle donne vittime di violenza, a integrazione delle risorse previste dal programma regionale 2017/2019. 

Il decreto, pubblicato sul Burl, ha validato le schede programmatiche proposte dai Comuni capofila delle reti territoriali antiviolenza. La seconda quota, pari a 124.415 euro, sarà riconosciuta dopo la verifica della rendicontazione, che dovrà essere trasmessa entro e non oltre il 31 dicembre 2018.  Il provvedimento dà attuazione a quanto deliberato dalla Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell'assessore alle Politiche per la famiglia, Genitorialità e Pari opportunità Silvia Piani.

"Manteniamo i nostri impegni - dice l'assessore Piani - e questi fondi si aggiungono ai circa 3,7
milioni messi a disposizione nel 2018. È importante constatare l'aumento della sensibilità rispetto a un tema sul quale mi sto impegnando a fondo e l'incremento del numero di donne che
scelgono di uscire dalla spirale di violenza che ne caratterizza la quotidianità".

"I fondi - conclude l'assessore Piani - sono stati assegnati in proporzione ai fabbisogni delle aree
di intervento: il 40% in base alla popolazione residente, il 40% sul numero dei centri con convenzioni attive e il 20% sul numero delle donne prese in carico dal 1° luglio 2017 al 31 luglio
2018".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento