Politica

Presentazione della lista "Provincia Bene Comune"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Per una Provincia sostenibile Alle prossime elezioni provinciali dell'otto gennaio i sindaci e i consiglieri che andranno al voto troveranno anche la nostra lista: Provincia Bene comune. Questa esperienza nasce dalla necessità di mettere in rete i molti amministratori e amministratrici sparse sul vasto territorio della nostra provincia accomunati da una idea chiara: la sostenibilità ambientale della nostra realtà.

Le problematiche ambientali, competenza principale dell'ente provincia, sono ormai delle vere e proprie emergenze del conteso che amministriamo e vanno affrontati con coraggio e determinazione per evitare che le soluzioni si trascinino ad un futuro indefinito.

La nostra è una lista civica, che raccoglie al suo interno sensibilità ambientaliste, di centro sinistra e di sinistra che si sono incontrate attorno ad una precisa idea di provincia che abbiamo indicato nel programma. Infatti la nostra è stata l'unica lista, fino ad oggi, a presentare un programma definito proprio su questi temi: acqua pubblica, discariche, cave, viabilità, edilizia scolastica e mobilità.

Ci muove il desiderio di poter portare questa sensibilità e la preoccupazione delle cittadine e dei cittadini che amministriamo dentro il consiglio provinciale per poter contribuire in modo partecipato e concreto alla soluzione di problemi che troppo spesso non hanno trovato una efficace soluzione a livello di scelte di governo.

A tale programma ci sentiamo strettamente vincolati, pronti a dire sì ad ogni scelta condivisibile, in una logica di collaborazione costruttiva e di un atteggiamento propositivo. Non ci qualifichiamo come una lista di partito, né ci siamo messi in rete partendo da accordi fra segreterie.

Abbiamo a cuore il destino della realtà che amministriamo e vogliamo contribuire alla tutela e alla salvaguardia civile ed ambientale del nostro territorio. Non abbiamo condiviso molte delle scelte della strana maggioranza PD - FI che ci ha fin qui governati, e che nuovamente si profila all'orizzonte dopo l'appuntamento elettorale. Scelte che hanno contribuito ad ampliare il fossato che divide l'amministrazione provinciale dalla sensibilità dei cittadini, che hanno aumentato le criticità senza prospettare soluzioni sostenibili e durature e che non hanno offerto alle amministrazioni il supporto e gli strumenti per affrontare e risolvere molti dei problemi ancora aperti.

Provincia bene comune vuole quindi proporsi come rete fra diverse culture attorno all'idea di Provincia sostenibile. Desideriamo intercettare le necessità degli amministratori e le preoccupazioni dei cittadini per dar loro voce all'interno dell'amministrazione provinciale, senza assumere atteggiamenti preconcetti o ideologici e mettendo a disposizione le nostre competenze per l'individuazione di soluzioni condivise e partecipate che siano riferibili al programma che ci lega e sul quale abbiamo chiesto il voto degli amministratori.

Ci muove la convinzione che la questione ambientale, la tutela dei beni comuni, la salvaguardia del benessere delle cittadine e dei cittadini bresciani debbano tornare ad essere il perno attorno a cui ricostruire un meccanismo virtuoso di sinergia con il territorio, a vantaggio della salute pubblica, della cura del paesaggio e della vocazione turistica del nostro contesto provinciale. Ambiti nei quali sarà possibile creare investimenti sostenibili, evitare sprechi e generare posti di lavoro, in una realtà che evidenzia criticità anche sotto questo versante.

Chiediamo agli amministratori di voler sostenere con il proprio voto questo progetto civico come occasione di rilancio di una modalità nuova di rapporto fra l'ente provincia e il suo territorio e come espressione di una volontà inclusiva, costruttiva e dialogica con cui declinare il proprio impegno politico.

I nostri candidati:

Marco Apostoli

Nato a brescia il 12 maggio 1961 abito a Nuvolera. Sposato con Daniela e papà di Sara, Elisa e Giulia. Appassionato ambientalista, sono stato eletto nel 2004 nel Consiglio Comunale di Rezato, dopo un lungo impegno nelle realtà associative di Rezzato. Dal 2004 al 2011 sono stato assessore all'ecologia nel comune di Rezzato ed oggi sono consigliere di minoraranza con la lista Rezzato Bene Comune. Faccio parte del comitato Rifiuti 0 di Brescia e del comitato bresciano Acqua pubblica. Lavoro come grafico in una piccola realtà artigianale.

Sergio Aurora

Nato a Brescia il 10 giugno 1954. Abito a Sarezzo ed ho due figli, Federico, che lavora come ricercatore di lingue classiche presso l'Università di Oslo e Simone, dottore in filosofia presso l'Università di Padova. Sono laureato in Sociologia e insegno discipline giuridiche ed economiche presso l'Istituto superiore Primo Levi di Sarezzo. Dopo una precedente esperienza di molti anni fa, dal 2014 sono consigliere di minoraranza con la lista Sarezzo Bene Comune. Sono componente del comitato "NO autostrada SI metrobus" della Val Trompia e impegnato su varie questioni ambientali.

Amilcare Barucco

Nato a Passirano il 01-07-1957 e ivi residente. E' nel Consiglio comunale di Passirano dal 1999 con la lista civica "Comunità Solidale" di cui è capogruppo. Si è interessato in questi anni dei problemi ambientali (ex discarica Vallosa contenente rifiuti solidi urbani, industriali compreso pcb della Caffaro; proposta di discarica Bosco Stella; gestione del territorio comunale; Parco Agricolo Franciacorta) e dei beni comuni partecipando al Comitato Acqua Bene Comune di Brescia.

Silvio Lauro

65 anni, sposato, due figli e due nipoti. È nato e vive a Gavardo. Laureato in Scienze statistiche, per più di 30 è stato dirigente di Regione Lombardia (per 6 anni dirigente della Sede Territoriale di Brescia). Dopo il terremoto di Salò del novembre 2004 è stato nominato Responsabile di tutte le fasi della ricostruzione post sisma, per conto del Commissario Delegato della Presidenza del Consiglio. Attualmente pensionato svolge, a titolo gratuito, il ruolo di Coordinatore generale della Cooperativa sociale Il Calabrone che si occupa di tossicodipendenti, di prevenzione e di politiche giovanili. Dal 2014 è consigliere comunale di minoranza nel Comune di Gavardo, per il gruppo "Gavardo in movimento", gruppo di sinistra che presta particolare attenzione ai temi ambientali e di salvaguardia del territorio.

Concetta Ponturo

66 anni, sposata con Vittorio Baldo, mamma di Francesca e Irene, nonna di Gabriele e Maddalena. Abita a Collebeato. Diploma maturità magistrale presso l'Istituto V. Gambara di Brescia. Ha insegnato per più di vent'anni nella scuola elementare a tempo pieno Torricella e dal 2000 al 2011 nella scuola primaria di Collebeato, dove ha ricoperto il ruolo di responsabile di plesso. Dal 1987 al 1992 è stata Consigliera di Circoscrizione nella ex 3° Circoscrizione (Oltremella) come rappresentante della lista "Verdi per Brescia". Eletta in Consiglio Comunale nel 2011 con la Lista di centro-sinistra Unione democratica per Collebeato, è stata capogruppo di maggioranza e delegata alla pubblica istruzione; rieletta nel 2016 ricopre l'incarico di assessora alla Cultura, alla Pubblica Istruzione e alle Pari Opportunità. E' socia di alcune associazioni di Collebeato: ass, donne Flor da Cobiat, Gruppo acquisto solidale, Arci e sezione locale dell'Anpi. Svolge servizio di volontariato in un progetto di alfabetizzazione presso la scuola primaria Don Vender.

Giada Stefana

29 anni. Sono artigiana mi occupo di vendita e riparazione biciclette, studio Psicologia all'università di Bergamo. Da Giugno 2016 sono Consigliera Comunale di Maggioranza a Nave con Delega Comunicazione, Diritti , inclusione Sociale e Pari Opportunità. Credo nella partecipazione come strumento per migliorare le cose, nei diritti, nell'ecologia, nella centralità del lavoro e nella necessità di garantire benessere ai cittadini.

Paolo Terramoccia

Nato a Brescia il giorno 8 ottobre del 1972, architetto, libero professionista dal 2001, dopo l'esperienza come membro della commissione urbanistica dal 1999 al 2009 e della commissione edilizia dal 2004 al 2009, entra a far parte del consiglio comunale del Comune di Castenedolo come consigliere di minoranza, eletto per la lista civica "SìAmo Castenedolo" nel maggio 2014. Durante il mandato di consigliere, diventa membro della commissione urbanistica dello stesso Comune e, ad oggi, si è reso promotore (con il capogruppo Bruno Colombo) di svariate mozioni ed interrogazioni su temi urbanistici e di sviluppo del territorio, tra cui, nel luglio scorso, una mozione tendente a limitare e contrastare un nuovo impianto di trattamento rifiuti. Parallelamente a tali iniziative, con la collaborazione dei componenti della lista civica "SìAmo Castenedolo", è il portavoce promotore di iniziative di progetto e proposta per il Comune, come la donazione gratuita di un progetto per la riqualificazione della Ex Scuola Riccardo Pisa di proprietà comunale. Fermamente convinto che i cittadini possano partecipare attivamente alla vita politica e pubblica della comunità, senza doversi subordinare alle logiche delle segreterie di partito, ma con impegno per il bene comune, prosegue la propria attività di consigliere e ha deciso di accettare con grande entusiasmo la sfida di ampliare il proprio impegno civico.

Ulteriori informazione https://www.facebook.com/Provincia-Bene-Comune-BS-183260148804360/

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentazione della lista "Provincia Bene Comune"

BresciaToday è in caricamento