Palestina, fiaccolata pacifista: "Fermiamo questo incubo"

Manifestazione mercoledì 16 luglio a Brescia per chiedere l'immediato cessate il fuoco: "Rimanere immobili in silenzio significa sostenere il genocidio in corso"

Fiaccolata pacifista il 16 luglio a Brescia

Anche Brescia risponde all'appello lanciato da AssopacePalestina, Rete della Pace e Rete Italiana per il Disarmo, che hanno chiesto di organizzare fiaccolate in tutta Italia per reclamare l'immediato cessate il fuoco in Palestina.

L'appuntamento è alle 19:00 in piazza Rovetta, mercoledì 16 luglio. Nello nostra città hanno già aderito Associazione di Amicizia Italia-Palestina, OPAL (Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere), Camera del Lavoro, ARCI Provinciale, Gruppo 2009, Comitato Un Parco per Vittorio Arrigoni, Rifondazione Comunista, SEL, APASCI, Colori&Sapori, L'IDEA e Studenti Per.

"Qualcuno fermi questo incubo - recita un comunicato, riportando le parole di Vittorio Arrigoni -. Rimanere immobili in silenzio significa sostenere il genocidio in corso. Urlate la vostra indignazione, in ogni capitale del mondo 'civile', in ogni città, in ogni piazza, sovrastate le nostre urla di dolore e terrore. Per i lutti che abbiamo vissuto, prima ancora che italiani, spagnoli, inglesi, australiani, in questo momento siamo tutti palestinesi. Se solo per un minuto al giorno lo fossimo tutti, come molti siamo stati ebrei durante l’olocausto, credo che tutto questo massacro ci verrebbe risparmiato. Restiamo umani"  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento