In arrivo un'ondata di caldo record: quando è previsto il picco

Dopo i temporali e le grandinate delle scorse ore al Nord Italia, è in arrivo l'Anticiclone africano: ecco le previsioni meteo

Quando arriva il caldo torrido? Le previsioni meteo elaborate dagli esperti sembrano confermate: dopo le grandinate e i nubifragi che soprattutto ieri hanno flagellato le regioni del Nord Italia, il caldo africano è dietro l'angolo. Con temperature bollenti. Già da oggi, lunedì 24 giugno, l'Anticiclone africano comincerà a farsi sentire in Sardegna dove, nelle zone interne meridionali, si registreranno picchi anche superiori ai 40-42°C. 

A Brescia e provincia le piogge saranno ormai un lontano ricordo: in città il picco è atteso per mercoledì (massima di 36°C) e giovedì (38°C), quando la colonnina di mercurio potrebbe salire fino a livelli record: "Ma si, è estate, è normale che faccia caldo: no! - commentano gli esperti di MeteoBresciano.com -. Le temperature che raggiungeremo nei prossimi giorni saranno tutt'altro che normali. Le massime potrebbero addirittura sfiorare i 40°C".

Per le problematiche legate all'emergenza caldo, il numero verde gestito da Auser è 800.99.59.88; è attivo tutti i giorni 24 ore su 24. Secondo i dati dell'Ats, i bresciani delle fasce più a rischio (anziani e bambini) sarebbero in tutto 63.182.

Meteo, quando arriva il caldo torrido

Bel tempo e caldo sulla Sicilia e con temperature in aumento anche sul resto dell'Italia, dove il sole splenderà salvo qualche nuvola nel pomeriggio specie in montagna. Da mercoledì 26, secondo gli esperti de iLMeteo.it, sempre in un contesto di assoluta stabilità atmosferica, il caldo comincerà a fare sul serio anche al Nord e su gran parte del Centro. Da giovedì 27 a domenica 30 giugno comincia la fase del caldo e del tempo più stabile: quasi tutta Italia sarà avvolta da aria sempre più bollente ed irrespirabile, con valori termici prossimi se non addirittura superiori ai 40 gradi su molte zone del Nord specie ad ovest e di poco inferiori su alcuni tratti del Centro. Le temperature elevate metteranno a dura prova anche il sonno: dovremo fare i conti anche con l'afa notturna.

Il caldo e i possibili problemi al sistema elettrico

Le temperature elevate potrebbero causare qualche problema al sistema elettrico. Sono possibili congestioni sulla rete elettrica per l’elevata domanda di energia per rinfrescarsi e anche possibili ricadute determinate in modo diretto proprio dal cambiamento delle condizioni climatiche. Si evince dalla lettura delle elaborazioni fatte dai ricercatori di Rse – organismo per la Ricerca sul Sistema Elettrico nazionale – impegnati nello studio e nello sviluppo di tecnologie operative per la gestione del sistema elettrico. I ricercatori di Rse stimano che una forte ondata di calore interessi in special modo il Nord Italia e la Sardegna tra il 25 e il 30 giugno. Il picco massimo dell'ondata di calore di matrice nord-africana dovrebbe interessare le città padane proprio il 28 giugno e durante la fine della settimana prossima.

L'ondata di caldo "eccezionale" è in arrivo su tutta l'Europa centro-occidentale: l'espansione verso nord dell’anticiclone Africano - spiegano gli esperti di meteo.it - spingerà tra giovedì e sabato una massa d’aria rovente fino a latitudini inusuali, raggiungendo addirittura la Gran Bretagna e il Mare del Nord. Per quanto riguarda l'Italia, il caldo - come detto - sarà particolarmente intenso soprattutto nella seconda parte della settimana, quando al Nord, nel medio versante tirrenico e in Sardegna sono attesi picchi massimi vicini o superiori ai 40 gradi.

L'alta pressione africana perderà un po' della sua forza con l'inizio della prima settimana del mese di luglio. Nuova fase di instabilità, dunque, secondo le tendenze meteo. "Il ritorno ad una maggior ingerenza temporalesca sui rilievi alpini - scrive iLMeteo.it - ci indicherà probabilmente che stiamo per arrivare ad un bivio, forse al capolinea di questa pesante ondata di rovente stabilità atmosferica. Nei giorni successivi, infatti, le cose potrebbe ulteriormente volgere verso un ritorno al tempo più instabile ad iniziare dal Nord Italia, anche se in un contesto ancora caldo specie al Centro Sud".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento