menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carlo Carrà, L'arresto di Cesare Battisti, 1934 - MART Rovereto

Carlo Carrà, L'arresto di Cesare Battisti, 1934 - MART Rovereto

"Tempi della Storia, Tempi dell'Arte": Cesare Battisti tra Vienna e Roma

Al Castello del Buonconsiglio di Trento una mostra dedicata alla figura di Cesare Battisti, tra Vienna e Roma: rimarrà aperta al pubblico fino al 6 novembre

Il titolo, molto suggestivo, pone in primo piano il valore della conoscenza del quadro storico-culturale in cui gli artisti crescono, operano e vivono. La mostra è realizzata come frammento, fra varie iniziative, sul periodo storico inizio ‘900, che si sono sviluppate in occasione del centenario della morte di Cesare Battisti e della Prima Guerra Mondiale. Propone una selezione di preziose opere d’arte dell’epoca insieme a rare testimonianze storiche, illustra nei dettagli la sua personalità. Figura complessa, interprete di forti ideali e e di spinta alla mobilitazione, cresciuta nel contesto sociale e culturale del Trentino/Tirolo, al confine fra Vienna e Roma, tra l’impero austroungarico in declino e la neonata nazione italiana, tra Ottocento e Novecento. Nello stesso territorio, terra al confine dell’Impero, che la maggior parte della sua popolazione chiamava “Trentino”, e che la geografia ufficiale denominava “Tirolo Italiano” o nella Amtssprache di Vienna “Welschtirol”, convivevano fermenti ispirati alla civiltà di segno italico e fermenti stimolati dalle esperienze transalpine, esperienze collettive feconde dal liberalismo al socialismo e all'anarchismo, nella realtà civile, nel mondo delle Università e della politica. La sua figura emerge, accanto a Chiesa e Filzi, figli dello stesso territorio e lì sacrificati: personalità di grande spessore umano e culturale, con un ruolo determinante nella storia del Trentino e dell’Italia. Il gruppo di istituzioni che si assumono l’impegno a ricordare i cento anni dell’esecuzione, in una “fossa” del Castello del Buonconsiglio, di Cesare Battisti, lancia, con questa esposizione una sfida: propone una seria analisi del contesto, dei fatti, della storia precedente e successiva a Battisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento