Brescia: in arrivo un weekend ricco di appuntamenti

"Letti di Notte", mostra "Capolavoro", "Notte del Sacro" e "Dal Mito al Rito", da venerdì 10 a domenica 12 ottobre la città torna a vivere all'insegna della cultura

Un calendario fitto di eventi attende Brescia nel prossimo fine settimana. A farla da protagoniste saranno le manifestazioni “Letti di Notte”, “CapoLavoro”, “Notte nel Sacro” e “Dal mito al rito: la Maschera vive” che, a partire da venerdì, coinvolgeranno luoghi suggestivi della città, dal Museo di Santa Giulia alle nove chiese parrocchiali del centro storico, per finire al Castello di Brescia. Un altro weekend, insomma, all’insegna della cultura e del divertimento.  

Si comincerà venerdì 10 ottobre al Museo di Santa Giulia con l’incontro delle 14.30 “Il lavoro che vale”, in preparazione alla mostra CapoLavoro, che prevede la partecipazione di Maurizio Landini, segretario nazionale della Fiom Cgil. Alle 17 sarà quindi inaugurata la mostra “CapoLavoro. Arte e impegno sociale nella cultura italiana del Novecento”, organizzata da Cgil Brescia, con il sostegno di Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei.

L’esposizione raccoglie opere appartenenti alla collezione della Confederazione Generale Italiana del Lavoro, con un significativo apporto proveniente dalla Galleria del Premio Suzzara. Si tratta di dipinti accomunati, nella diversità di linguaggi e stili, dalla rappresentazione del lavoro, descritto nelle sue molteplici forme. Nel clima di crisi che l’Italia e il mondo stanno attraversando, il tema del lavoro è certamente centrala: “La mostra rappresenta un'interessante occasione per riflettere sul ruolo del lavoro e sulla posizione che sta assumendo la cultura nell’attuale sistema economico e produttivo italiano”.

Si proseguirà poi, alle 20.30, con un appuntamento molto speciale. Il Museo di Santa Giulia ospiterà nella white room “Letti di Notte”, maratona di lettura che coinvolgerà lettori d’eccezione in un momento di narrazione e riflessione collettiva sul lavoro, emergenza sociale e culturale del nostro tempo. L’evento, collegato alla mostra CapoLavoro, è organizzato dal Comune in collaborazione con Librixia, l’editore Marcos Y Marcos e l’associazione Letteratura Rinnovabile “al fine di promuovere e sostenere l’amore per i libri e la lettura”. Quattro ore durante le quali si alterneranno sul palco 25 lettori, protagonisti della vita culturale e sociale della città. Ognuno leggerà e condividerà riflessioni sul senso del lavoro oggi, in ogni sua accezione e interpretazione. L’ingresso all’evento sarà libero e gratuito.

Per l’occasione, la sala sarà allestita in modo molto particolare. Letti, divani, tappeti, cuscini e poltrone saranno a disposizione del pubblico che potrà mettersi comodo e ascoltare le letture, per vivere il Museo come uno spazio famigliare. Chi vuole, potrà portarsi da casa cuscini e coperte e, per chi fosse invogliato dai lettori a leggere per intero i testi presentati, Librixia allestirà una libreria a cura dei librai aderenti, con i titoli letti durante la serata. Parteciperanno alle letture, tra gli altri, il sindaco Emilio Del Bono, il vicesindaco e assessore alla Cultura Laura Castelletti, il Segretario Generale Cgil di Brescia Damiano Galletti, il presidente della Fondazione Brescia Musei Massimo Minini e Luigi Di Corato, direttore della Fondazione Brescia Musei.

Sabato 11 ottobre le nove chiese parrocchiali del Centro storico resteranno aperte dalle 20.30 fino alla mezzanotte per “La Notte nel Sacro”. Un cammino notturno, costellato di eventi musicali, teatrali e cinematografici per riscoprire il nostro patrimonio storico, artistico e spirituale (qui il programma completo).

Domenica 12 ottobre, due appuntamenti sul tema “Dal mito al rito: la Maschera vive” offriranno l’occasione di scoprire diversi importanti gruppi folkloristici del nostro Paese.

Alle ore 10, con partenza dal Piccolo Miglio in Castello, sfilata per le vie della città dei “Campanacci” di Ardesio, dei “Badalise” di Andrista, dei “Diavoli” di Krampus, dei “Rollat” di Sappada, delle maschere di Valtorta, delle “Vacche e Tori” di Tricarico, dei “Mamuthones” di Mamoiada e delle maschere della Commedia dell’Arte del Centro universitario teatrale “La Stanza”.

Alle 15, al parco del Castello, gli stessi gruppi potranno essere conosciuti da vicino, attraverso un percorso itinerante guidato dalle maschere del CUT “La Stanza”, che ne illustreranno storia e performance nelle modalità giocose, incentivando la partecipazione diretta di tutti gli spettatori e favorendo anche il coinvolgimento dei bambini.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento