Giovedì, 5 Agosto 2021
Coronavirus

Coronavirus: pizzeria trovata aperta, c'era persino un lavoratore in nero

La scoperta degli uomini della Guardia di Finanza

Nonostante i divieti governativi per arginare la pandemia di Coronavirus, una pizzeria di Rezzato è stata trovata regolarmente aperta dagli uomini della Guardia di Finanza del Comando provinciale di Brescia.

Secondo le normative attuali, gli esercizi commerciali di ristorazione possono solo effettuare consegne a domicilio, mentre la pizzeria - gestita da un cittadino egiziano - era aperta con tanto di insegna luminosa accesa a favore di clienti. Non solo, da un rapido controllo è emerso che nel locale era presente un lavoratore in nero.

Le Fiamme Gialle hanno disposto la chiusura di 5 giorni del locale e multato il pizzaiolo: l’ammenda può arrivare fino a 3mila euro, alla quale si aggiungerà quella per il dipendente non in regola (da un minimo di 1.800 a un massimo 10.800 euro). La Prefettura potrà ora decidere se estendere la sospensione per un mese intero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: pizzeria trovata aperta, c'era persino un lavoratore in nero

BresciaToday è in caricamento